La Virtus CR Lucca è nella finale Oro

ATLETICA - Adesso è ufficiale. La Virtus CR Lucca entra nella finale Oro che si svolgerà a Jesolo (Venezia) il 26 e 27 settembre. 18081 i punti conquistati dagli atleti del DT Matteo Martinelli, quarto posto assoluto tra le dodici finaliste. La grande soddisfazione ed i ringraziamenti del presidente virtussino Adriano Montinari.

-

 

Di corsa nell’olimpo dell’atletica leggera italiana. Ora sì, dopo giorni e settimane di attesa, tavolta anche spasmodica, la Virtus può ritenersi con orgoglio e soddisfazione nella finale Oro a 12 che si disputerà il 26 e 27 settembre a Jesolo, in provincia di Venezia. Un’altra pagina di storia quella scritta dagli atleti virtussini che accedono alla finale del campionato italiano di società con il quarto punteggio in assoluto alle spalle di Riccardi Milano, Firenze Marathon ed Enterprise Sport & Service. 18081 i punti raggranellati nelle tre prove, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Pontedera, che hanno caratterizzato la fase regionale. L’incremento rispetto alle stagioni precedenti è stato robusto, addirittura di oltre 650 punti che non sono bazzecole. Insomma, una squadra che vuol celebrare nel migliore dei modi i 40 anni di vita del sodalizio presieduto da Adriano Montinari. Lucca ha strappato un risultato che è frutto anche di passione e competenza, ma soprattutto di programmazione avvenuta l’inverno scorso e che ha portato agli eccellenti risultati suddetti. Una società, inoltre, che ha piantato solide radici nel territorio a partite dagli oltre 400 giovanissimi che frequentano i corsi comunali e che hanno fornito negli anni i loro frutti con l’asse portante della fortissima squadra assoluta 2015. Ci riferiamo ai vari Orsi, Puccini, Ettay, Chumania, Bertolli, per non dimenticare le fantastiche staffette da sempre punto di forza e segno di coesione. Ai prodotti del vivaio vanno aggiunti però gli innesti oculati del DT Matteo Martinelli. Luca Giangravè si è confermato uno specialista di ottimo livello sui 400 hs; ed ancora i mezzofondisti Elia Polli e Marco Scantamburlo, il velocista Levi Roche Mandj. E poi il fortissimo keniano Hosea Kisorio Kimeli, uno che porterà punti pesantissimi anche a Jesolo. Mancano ancora due mesi e mezzo alla finale Oro tanto agognata e voluta e la Virtus culla un sogno e serba una speranza nel cassetto. Il riferimento, voluto, va allo sfortunatissimo Marcell Lamont Jacobs. Dopo aver dato il proprio contributo a Campi Bisenzio con un 200 da incorniciare, il giovanotto italo-americano si è infortunato in modo serio. Ma la speranza, conoscendone il carattere e la grinta nonchè l’attaccamento ai colori biancocelesti, è di riaverlo a fine settembre nell’appuntamento più importante. Sicuramente non potrà gareggiare nel salto in lungo, la sua gara, ma un Jacobs in grado di correre i 200 e la staffetta potrebbe davvero aiutare la Virtus a coronare un sogno chiamato podio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento