Lucca in festa per San Paolino

LUCCA - 12 colpi di cannone per rievocare il miracolo del 1664 e dare così il via alle celebrazioni in onore di San Paolino. E’ stata come da tradizione l’associazione “historica lucense” a rievocare nel baluardo San Donato il cosiddetto “Miracolo di San Paolino”.

-

 

Secondo le cronache del tempo, durante le celebrazioni del 1664, uno dei cannoni, anziché sparare a salve, colpì con una carica di mitraglia un gruppo di devoti che stavano entrando in città da porta San Donato. Nonostante molte persone fossero state colpite, nessuno venne ferito in maniera grave. Tantissimi i curiosi, lucchesi, ma soprattutto turisti, che si sono assiepati intorno al baluardo per assistere all’evento che ha aperto le celebrazioni storiche che vedranno il loro clou nel palio della balestra in programma in serata piazza San Martino.

Ma ovviamente San Paolino non è solo rievocazioni storiche e folclore. Nella basilica intitolata al Santo Patrono il Solenne Pontificale officiato dall’Arcivescovo Italo Castellani alla presenza della massime autorità cittadine e del Vescovo Emerito Bruno Tommasi. Nella sua Omelia monsignor Castellani ha chiesto alla chiesa e alla comunità lucchese di condividere “Fede e Bellezza”, ad essere accogliente sia con le persone in difficoltà sia con tutti quelli che passano da questa splendida città “offrendo relazioni di pace e gioia” ha detto l’Arcivescovo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento