Viareggio e Ghiviborgo ancora in bilico

CALCIO D - Problemi per le due squadre della provincia che dovrebbero partecipare al prossimo campionato di serie D. Il Viareggio è infatti alle prese col nodo dell'inagibilità dello stadio dei Pini mentre il Ghiviborgo ha presentato la doamncda di ripescaggio ma il cais in atto dalla B alla Lega non lo favorisce.

-

 

Due, una o…nessuna ? La calda estate del calcio italiano, di queste ore la notizia delle dimisssioni del presidente della Lega Pro Mario Macalli dopo 18 anni da numero uno della terza serie del pallone italico, rischia si sconbiccherare i piani di molte squadre. Insomma un bel guazzabuglio ove tra calcioscommesse, fallimenti vari e caso-Catania la composizione dei giorni e delle relative squadre in organico è ben lungi dal venire. La nostra attenzione si aofferma in particolare sul campionato di serie D dove ancora non sappiamo quanti e quali squadre dela nostra provincia saranno al via. O perlomeno sappiamo che ci sarà il Viareggio 2014 che il suo campionato lo ha vinto anche se nelle ultime ore è affiorato qualche problema per l’iscrizione che deriva dall’inagibilità dello stadio dei Pini. Non sarebbe stata firmata infatti da parte dell’amministrazione comunale la documentazione che attesta la disponibilità della struttura poichè andavano eseguiti alcuni lavori in seguito ad un controllo effettuato a suo tempo dalla Commissione di vigilanza. E’ quantomai opportuno che la situazione venga chiarita in fretta poichè il tempo è ristretto. D’altronde sappiamo che lo stadio dei Pini, così come il Palabarsacchi hanno, avrebbero, bisogno di interventi anche urgenti. E alle viste ci sarebbe anche la Coppa Carnevale del 2016. L’altra squadra nostrana che potrebbeb schierarsi ai nastri di partenza della serie D è il Ghivizzano. Giovedì la società è scesa a Roma e ha presentato domanda di ripescaggio dopo la sconfitta nella finale nazionale con il Ravenna. Certo che tutto quello che sta accadendo rischia di non favorire le chances della società biancorossoazzurra che ha tra i suoi punti deboli anche la mancanza di un florido settore giovanile. Ma le speranze ci sono, tanto che in caso di eventuale ripescaggio i dirigenti starebbero già valutando la possiblità di andare a giocare su un altro campo limitrofo: Carraia e Borgo a Mozzano non sono a norma per la D. Nelle prossime ore sarà sciolto anche il nodo-allenatore. Pacifico Fanani dovrebbe restare anche se non è più così scontato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento