Profughi: l’assessore regionale Bugli incontra i sindaci

LUCCA - Incontro in Prefettura per affrontare l'emergenza accoglienza profughi. L'assessore regionale ha confermato il dato di 1 profugo ogni 600 abitanti ma ha ribadito che tutti devono fare la propria parte per far sì che il "modello Toscana" non fallisca.

- 1

“Il modello Toscana tiene se tutti facciamo la nostra parte, abbiamo ancora due mesi da affrontare, bisogna sforzarci per non far fallire questo sistema che per ora ha presentato problemi solo prima dell’accoglienza e non una volta che i profughi sono sul territorio.” Sono queste le parole dell’assessore regionale Vittorio Bugli che, insieme al prefetto Giovanna Cagliostro, ha incontrato i sindaci dei comuni della provincia per affrontare l’emergenza dell’accoglienza profughi. “Un profugo ogni 600 abitanti la Toscana può gestirli ,a patto però che ognuno faccia la propria parte” ha proseguito l’assessore. Molto diverse le posizioni dei primi cittadini: a fianco della disponibilità offerta da alcuni, altri si sono un po’ trincerati dietro posizioni che vanno dalla mancanza di strutture alle problematiche di ordine pubblico. Uno dei dati emersi, ad esempio, è la scarsa collaborazione da parte dei comuni versiliesi rispetto a quelli montani o della piana, una posizione che verrà esaminata dalla Regione per capire come distribuire gli arrivi previsti nei prossimi mesi.

Commenti

1


  1. Buongiorno, mi sono fatto due calcoli. In questo momento in Italia siamo circa 60.000.000 di abitanti, di cui 5.364.000 immigranti regolari ( e fin qui niente di male). Il governo vuole inserire un migrante ogni 600 abitanti (mi par di capire, non credo sia una percentuale solo Toscana). Quindi se non erro si vuole dare ospitalita’ a circa 100.000 migranti in piu’ sul territorio nazionale (cifra irrisoria anche se aggiunta ai migranti regolari gia’ presenti sul territorio). Dei 5.634.000 immigrati regolari, 1.777.120 sono di reigione islamica (il mio pieno rispetto eil piu’ totale supporto). Pero’ adesso arrivano le note dolenti, secondo una ricerca fatta da un noto giornale del nord, tra loro c’e’ un misero 3,1% che trova ‘non sbagliata l’opera dell’IS. Cioe’ circa 54.873 ‘individui’ (in questo caso non voglio usare il termine persona). Se i miei calcoli non sono sbagliati quindi su 100.000 nuovi immigrati , ci saranno tra loro circa il 33,1% di mussulmani cioe’ 33.100 dignitosissime persone; ma purtroppo sempre se la ricerca condotta da giornale sopra menzionato no e’ sbagliata, tra loro ci sara’ un 3,1% di ‘individui’ con idee estremistiche riguardo a principi religiosi e la loro applicazione alla vita di tutti i giorni. In soldoni, 1026 individui in piu’ da aggiungere ai 54.873 i’individui’ gia’ presenti su territorio nazionale. Quindi il problema non e’ ospitare, ma chi ci stiamo mettendo in casa e lo dico anche per quei mussulmani (non amo la parola moderati, ma voglio dire giusti) che gia’ abitano e arricchiscono, con il loro lavoro, il nostro paese.

Lascia un commento