Maxi deposito di merce contraffatta scoperto a Pietrasanta

PIETRASANTA - Sarebbero finiti sulle spiagge dellaVersilia nel giorno di ferragosto fruttando complessivamente circa 17 mila euro. La polizia municipale ha scoperto un maxi deposito di merce contraffatta nascosto in una pineta.

-

 

La merce era stata nascosta all’interno di una struttura abbandonata in una pineta del litorale che per ragioni di opportunità non sarà divulgata: i venditori la utilizzavano come magazzino e come centro di smistamento.

Borse e pochette di Prada, Luis Vuitton,Chanel, Valentino, Tod’s, Hermes, Alviero Martini, piumini Colmar, Napapijri, Woolrich, occhiali Ray-Ban, cappelli all’ultima moda stile rapper ma anche maglieLacoste, foulard di Gucci e Fendi, cinture Dolce & Gabbana: in tutto oltre 340 articoli, 203 dei quali con impresso il marchio contraffatto delle più importanti case di moda.

“E’ il sequestro più importante – spiega Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale – effettuato dalla nostra polizia municipale per numero e per valore. L’ennesimo, nelle ultime settimane, che ci ha permesso di evitare che tantissima merce contraffatta ed articoli di vario inondassero la spiaggia della Versilia. E’ stata un’operazione brillante del nostro comando a cui va il merito di questo maxi-sequestro. Il magazzino è stato individuato durante una delle attività di vigilanza sul territorio che abbiamo intensificato nelle ultime settimane per contrastare il commercio abusivo sulla costa”. Il sequestro è avvenuto poco prima delle ore 8.00: a guardianaggio del magazzino non c’era però nessuno. “La merce – spiega ancora – era nascosta anche sotto il pavimento in un’ambiente in condizioni igieniche spaventose. Terminato il periodo di sequestro di tre mesi la merce sarà distrutta”.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento