Prima d’applausi per la Madama Butterfly

TORRE DEL LAGO - Una delle opere liriche più popolari, un titolo che conquista il pubblico di tutto il mondo per la poesia e la drammaticità che contraddistinguono la storia d’amore della sventurata Cio Cio San. E' stata Madama Butterfly ad aprire il mese di agosto del 61° Festival Puccini.

-

 

Protagonisti della prima Donata D’Annunzio Lombardi nel ruolo Cio Cio San e Stefano Sacco in quello del tenente Pinkerton. Sul podio Francesco Ivan Ciampa, giovane direttore che ha debuttato alla direzione del capolavoro Pucciniano.

La Madama Butterfly è da sempre considerata l’opera del Puccini della prima maturità che riflette quella voglia di esperienze esotiche, di gran moda a fine ‘800. Il Festival Puccini propone la ripresa dell’interessante lettura di Renzo Giacchieri regista di lunga carriera, cultore del rispetto della tradizione e della fedeltà al libretto. La sua lettura del capolavoro pucciniano – Giacchieri firma regia, scene e costumi – è ispirata ai grandi artisti giapponesi e al Teatro Kabuki. Ad arricchire le suggestioni dello spettacolo la cura dei movimenti mimici e le coreografie affidati a Hal Yamanouchi attore, doppiatore e performer giapponese naturalizzato italiano, dove da quasi quarant’anni.

La Madama Butterfly tornerà in scena l’8, il 14, il 22 e il 29 agosto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento