A Sulmona 2011 la Virtus finisce ancora nona

ATLETICA - Prosegue il nostro racconto delle finali oro della Virtus CR Lucca. A Sulmona nel 2011 un deja vu per i colori biancoelesti. Una vigilia a dir poco tormentata caratterizzata dal pesantissimo forfait di Giacomo Puccini e dai problemi muscolari di Alessandro Orsi.

-

 

Una vigilia sfortunata quella che precede il lungo viaggio della Virtus Lucca per la finale Oro di Sulmona 2011, la quarta consecutiva cui è chiamata la squadra del presidente Adriano Montinari. La speranza è, sarebbe, quella di entrare tra le prime otto per evitare il successivo e non sempre agevole repechage. In realtà la squadra lucchese si presenta in Abruzzo con il pesante fardello del forfait di Giacomo Puccini e le precarie condizioni fisiche di Alessandro Orsi. Due lucchesi doc ma soprattutto due dei punti di forza, mica bazzecole. Ma la squadra ha carattere e nella prima giornata riesce a difendersi bene nel contesto di un livello tecnico sempre di buona caratura. Tra i risultati spicca il podio, il terzo posto, di una magnifica 4×100. La staffetta veloce virtussina è compsta da Combi-Kalugamage-Rizzo e Bianchi e corre veloce, in 41″33. Una serie di prove confortanti che tengono la Virtus in orbita-salvezza. Ancora una volta, però, è la seconda giornata (storicamente meno favorevole) a penalizzare ed apesantir la classifica. Nonostante il terzo posto di Ezechiel Meli sui 5000 alle spalle di kemboi, grande amico della Virtus ma qui il campione olimpico corre per catania, e dell’altro keniano Kimurer della Riccardi Milano. Troppo poco per evitare ancora una volta un agghiacciante nono posto. Per la cronaca lo scudetto va alla Riccardi Milano che batte la squadra di casa della Bruni Vomano, nemo propheta in patria, e bissa così il titolo del 2009. Virtus che retrocede in Argento dove purtroppo rimarraà per due anni. Solo nel 2014, grazie al secondo posto di Vicenza nel 2013, torna in Oro nella finale dell’Arena Civica di Milano.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento