Giovedì grasso, di azzurro e di calcio

CALCIO - La partita della nazionale under 20 al Porta Elisa, sconfitta 2-0 dalla forte Germania, ma anche la decisione del Collegio di Garanzia del Coni arrivata peraltro solo in tarda sera, respinto il ricorso del Seregno, hanno reso il giovedì calcistico davvero intenso.

-

 

Di azzurro, di ricorsi al Coni e di calcio per un giovedì davvero intenso e ricco. Importante. Intanto la giornata storica vissuta al Porta Elisa poichè a queste latitudini non capita spesso di avere ospite una Nazionale. In questo caso l’under 20 di Chicco Evani opposta alla Germania e che ricordiamo ai più distratti rimane pur sempre la terza in ordine di importanza dopo quella maggiore e l’under 21. Porta Elisa col vestito buono a festa e sole a far capolino sempre più convincente alla faccia di qualche previsione vigliacca. Inni nazionali che riecheggiano a rendere il tutto piuttosto pomposo e ufficiale. In tribuna tanti addetti ai lavori: di quelli che sanno di calcio. Le nostre telecamere scovano il tecnico della Lucchese Francesco Baldini che magari già il pensiero vola un pò anche alla Spal. Partita che non va bene, anzi che no, per gli azzurrini che sfiorano (e sprecano) subito il gol ma poi si abbioccano subendo la forza fisica e la corsa dei germanici. Le reti tedesche, finisce 0 a 2, portano la firma di tali Stefaniak ed Eggestein, magari ne risentiremo parlare. Così come l’Italia magari saprà rifarsi nelle prossime sfide che la opporrano a Polonia, campione in carica del Quattro Nazioni, e Svizzera.

Di azzurro ma anche di attesa, tanta divenuta spasmodica nel tardo pomeriggio,  per le decisioni del Collegio di Garanzia del Coni che doveva decidere sui ricorsi presentati da Seregno e da altre società circa una loro eventuale riammissione in Lega Pro che sarebbe tornata a 60 squadre con relativi gironii e calendari da rifare. Nisba, nel senso che il ricorso è stato respinto e dunque tutto rimane come prima, più di prima. Ha prevalso una scelta…politica. Così domenica Lega Pro e serie D scenderanno finalmente in campo. Che per noi significa la Lucchese di scena a Ferrara sul campo della forte e ambiziosa Spal di Leo Semplici. Il calcio nostrano sarà rappresentato in serie D da Viareggio e Ghiviborgo che invece debutteranno in casa: i bianconeri al Pini contro il Città di Castello e i biancorossoazzuri al Porta Elisa di Lucca, dove sverneranno per almeno un paio di mesi, contro il Valdinievole Montecatini. Allora, palla al centro e andiamo a cominciare.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento