Virtus CR Lucca, la maledizione del nono posto

ATLETICA - Incredibile, ma vero. Anche a Milano 2014 la Virtus CR Lucca chiude la finale Oro al nono posto battuta di soli quattro punti dalla Futura Roma. Ed ancora una volta gli infortuni e una problematica seconda giornata decidono il destino della squadra del DT Matteo Martinelli.

-

 

Arena civica di Milano: profumo di storia e di sport. Ci limitiamo alla storia più recente e all’ennesima finale della Virtus CR Lucca, la sesta dal 2008 in poi che, incredibie ma vero, vede la squadra del presidente Montinari chiudere ancora una volta al 9° posto alle spalle dell’Atletica Futura Roma e per soli 4 punti. Una due giorni avvincente quella vissuta nel capoluogo lombardo dove la Virtus si presenta con il  pettorale numero 10 e quindi almeno sulla carta con poche chances di permanenza diretta nella massima serie ma non si mai. Del resto nulla si può dare per scontato. Ed infatti un fantastico Hosea Kisorio Kimeli trionfa nei 3000 siepi e bissa con un bel bronzo sui 5000. Nella marcia il sorprendente Gianluca Picchiottino conquista il 3° posto con Marchiselli al 5° in un’accoppiata vincente. E poi tra i risultati di spicco annoveriamo quello di Giacomo Puccini argento nel giavellotto. Tutto ciò da far tremare i polsi…agli avversari. Ma siccome tutto si può dire della Virtus men che sia fortunata… L’infortunio patito nella prima giornata, al sabato, in ultima frazione di 4×100 da Alessandro Orsi, preclude allo stesso atleta la possibilità di essere schierato nella 4×400 e complica terribilmente i piani del DT Martinelli. Tutto ciò di fatto impedisce alla squadra lucchese di potersi giocare fino all’ultimo le proprie chances di chiudere tra le prime otto. In evidenza nella due giorni milanese anche Michele di Speri nell’alto per la prima volta oltre i 2 metri e l’eclettico Ribolzi capace di conquistare punti preziosi nel salto in lungo. Li ritroveremo tutti, si spera ottimi protagonisti, tra poche ore a Jesolo dove la Virtus CR Lucca torna tra le top-twelve grazie ad uno strepitoso punteggio, di oltre 18mila punti,  conseguito in fase regionale anche se per non perdere le vecchie abitudini Lucca sarà priva della sua super stella, Marcell Jacobs Lamont.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento