Lo Sporting Scherma Prato si prepara al Ciocco

SCHERMA - La società Sporting Scherma Prato in ritiro al Ciocco per preparare nel migliore dei modi la nuova ed imminente stagione. Una bella squadra giovanile quella pratese con il fiore all'occhiello della campionessa italiana under 14 di fioretto femminile Sabrina Becucci.

-

 

La società Sporting Scherma Prato nasce nell’ormai lontano 1981 e da allora, come suol dirsi, di acqua ne è passata (e tanta) sotto i ponti. Quella pratese è una realtà emergente nel panorama della scherma italiana, soprattutto a livello giovanile. In questo periodo di fine estate gli schermitori pratesi hanno scelto il Ciocco per svolgere la loro fase di preparazione. A guidare il gruppo il presidente Lorenzo Busi che. dopo aver ribadito le ambizioni anche per la prossima stagione agonistica, vuol sottolineare la bontà della location e del ritiro nella Valle del Serchio.

Il gruppo di schermitori pratesi, circa 25 ragazzi e ragazze, è guidato  dalla maestra Daniela Alby che sta plasmando sul piano tecnico e caratteriale i suoi giovani atleti. Va inoltre sottolineato l’eccellente risultato complessivo ottenuto in primavera a Piombino nei campionati regionali con l’acuto poi del titolo nazionale di cui parleremo. Daniela Alby ci spiega il tipo di lavoro che i ragazzi svolgono nella quiete e nel verde del Ciocco.

Ma come dicevamo la punta di diamante della squadra pratese è senza dubbio Sabrina Becucci, campionessa toscana prima e italiana poi under 14 di fioretto femminile. Chissà, se sulle orme di talenti assoluti come la Vezzali o la D’Errigo. Intanto la giovane Sabrina è chiamata alla stagione delle conferme.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento