Lucca, i profughi volontari in lavori di manutenzione dell’ambiente

LUCCA - I profughi ospitato sul territorio di Lucca saranno impegnati in attività volontarie di manutenzione di strade e verde pubblico. Il Comune, in collaborazione con le associazioni di volontariato, ha presentato sei progetti di cura dell'ambiente nei quali saranno coinvolti 54 richiedenti asilo, circa la metà di quelli ospitati a Lucca.

-

Primo atto di queste attività sarà la giornata “Puliamo il mondo”, il tradizionale appuntamento promosso da Legambiente che quest’anno si svolge venerdì 25 settembre. A pulire il parco fluviale, insieme ai ragazzi delle scuole lucchesi e alle associazioni ci sarà anche un gruppo di migranti. “Quella a Lucca è una delle primissime esperienze del genere in Italia, se non la prima”, ha detto il vicepresidente di Legambiente Lucca Mario Lazzeri.

Le altre attività riguarderanno: la manutenzione e la segnalazione della via Francigena nel tratto lucchese; la pulizia di parchi pubblici, cigli stradali e manutenzione del verde nella zone di Nozzano, pulizia e manutenzione di parchi a San Cassiano a Vico.

Ancora; manutenzione delle principali direttrici stradali dal centro storico della città alla periferia, la pulizia dei bordi strada segnalati da Comune e Sistema Ambiente e infine la pulizia della sponda destra del Serchio.

I migranti saranno affiancati dai volontari e le spese assicurative saranno a carico della Regione.

“I giovani che saranno impegnati sul territorio hanno aderito volontariamente”, hanno sottolineato gli assessori Antonio Sichi ed enrico Cecchetti. “In questo modo potranno restituire qualcosa alle comunità che li stanno ospitando e al contempo – hanno concluso gli assessori – è un’occasione per noi per conoscere meglio queste persone e le loro storie”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento