Lucchese se non è oro, è perlomeno argento

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese torna con un punto dalla difficile trasferta di Macerata. Un pareggio che alimenta non pochi rimpianti. All'Helvia Recina i rossoneri hanno sfiorato la vittoria ma hanno mancato in lucidità, cattiveria ed anche in quel pizzico di fortuna. Buoni, tuttavia, i progressi palesati dalla squadra di Francesco Baldini.

-

20_9_15_ Lucchese OK

Eh, sì cara Lucchese: palloncini colorati, bandiere al vento e inno di Mameli. Ma questa festa o perlomeno l’entusiasmo dell’Helvia Recina e della Maceratese i rossoneri avrebbero potuto davvero spegnerlo in un caldo ed afoso sabato pomeriggio. La compagine di Francesco Baldini, nell’occasione in maglia oro, torna invece dalla pur complicata trasferta marchigiana con un pareggio che lascia adito a diversi motivi di rimpianto sul piatto. Intanto la squadra ha palesato ancora evidenti limiti di personalità laddove, trovato il vantaggio in modo sollecito con una perla balistica di Jacopo Fanucchi, non ha saputo gestire un match che pareva invece saldamente in pugno a Nolè & C. Più manoviera e padrona del centrocampo, la Lucchese si è improvvisamente abbassata rinunciando quasi a giocare. Ed allora in questi casi finisce che prima o poi il gol lo becchi. Kouko che è un fulmine di guerra, è stato anche abbastanza fortunato a ritrovarsi il pallone tra i piedi, in tutti i sensi, e ad accompagnarlo in fondo al sacco. Ecco quei dieci minuti finali del primo tempo e la fase iniziale della ripresa non sono piaciuti a nessuno, non solo a Baldini. Prima e dopo solo tanta Lucchese che non è stata premiata dalla fortuna sulla punizione al bacio di Robert Demiro Pozzebon e non è riuscita a capitalizzare al meglio altre buone situazioni. L’ultima al 94esimo con Rosseti. Peccato perchè una vittoria ci poteva stare ed anche la classifica, oltrechè il morale, ne avrebbe tratto assoluto giovamento. Sul piano individuale Di Masi, Espeche, Maini e Pozzebon sono parsi tra i più efficaci. Ora la strada dei rossoneri è costellata da algre insidei. Alle viste due derby casalinghi contro Robur Siena e Prato. Due sfide che forse ci faranno capire un pò meglio di che pasta è fatta la Lucchese targata-Baldini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento