Lucchese, un triplo derby per capire

CALCIO LEGA PRO - Dopo il pareggio di Macerata la Lucchese è attesa da tre sfide di campanile che ci diranno qualcosa di più concreto sullo spessore della formazione di Baldini. Siena e Prato al Porta Elisa e Pistoiese in trasferta per 15 giorni davvero molto caldi in casa rossonera.

-

22_9_15_ Lucchese

Le prime tre sono già in archivio. Bilancio: una vittoria, una sconfitta ed un pareggio, quello di sabato scorso sul terreno della Maceratese. Un punto che fa relativamente classifica ma che ha lasciato spazio a molti rimpianti. Una Lucchese ancora alla ricerca di se stessa e di un’amalgama che Baldini sta lentamente trovando. La troverà anche perchè l’undici-base è cambiato in parecchi dei suoi interpreti. In tal senso saranno importantissime le prossime tre giornate che chiameranno la squadra rossonera ad altrettante sfide di campanile. Saranno la blasonata Robur Siena ma anche il Prato, una dopo l’altra di seguito al Porta Elisa, e la trasferta del Melani sul campo della Piatoiese a darci maggiori indicazioni sul reale valore di questa Lucchese.

Intanto la squadra prosegue nella preparazione in vista appunto dell’impegno di sabato sera (ore 20,30) al Porta Elisa contro l’ambizioso Siena anche se in realtà finora i bianconeri non hanno offerto prove di inenarrabile spessore. E’ rientrato finalmente in gruppo il giovane esterno brasiliano Francisco Dos Santos Sartore, fermo in pratica dai tempi del ritiro di Gorfigliano, e parliamo di due mesi fa. Per il resto da segnalare l’attestazione della bella prova, l’ennesima, del vicecapitano Marcos Espeche inserito nel top 11 della giornata. Per quanto riguarda invece lo schieramento che scenderà in campo sabato sera Baldini tiene ovviamente tutti sulla corda ma alla fine non dovrebbe discostarsi da quello delle ultime due partite anche perchè i giovani Melli e Maini si stanno disimpegnando in modo perlomeno egregio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento