Gesam Gas Le Mura vuole il poker

BASKET A1 DONNE - Domenica sera (ore 18) il Gesam Le Mura cerca la quarta vittoria consecutiva nella gara interna contro il Battipaglia. Occhio, però, alla voglia di riscatto delle campane, ancora ferme a quota zero. Ma il pronostico è tutto dalla parte delle biancorosse di coach Diamanti che vogliono mantenere la testa della classifica.

-

 

Si torna al Palatagliate per continuare nell’ottimo abbrivio stagionale: tre partite ed altrettante vittorie che valgono anche il primo posto in classifica seppur in nobile e scomoda compagnia. Vedi Schio, Ragusa e Venezia. L’obiettivo del Gesam Gas Le Mura, reduce dal convincente blitz di Vigarano e rinfrancata da una crescita di squadra piuttosto interessante, è quello di staccare il quarto successo consecutivo: calare un poker che varrebbe la permanenza al vertice del massimo campionato di basket femminile in attesa di capire fino in fondo quale potrà essere il ruolo di Lucca in una stagione peraltro ancora agli albori. Certo è che che le prime partite hanno fatto intuire ed apprezzare le potenzialità di una squadra cui il ritorno di Francesco Dotto, il pieno recupero di Julie Wojta e l’arrivo di Jillan Harmon, hanno conferito nuovo spessore tecnico, personalità ed esperienza. L’impegno della quarta di andata pone al cospetto di Crippa & C. il Convergenze Givova Battipaglia che detto così, e vista la classifica ancora a zero punti, parrebbe tutto facile. In realtà si profila un match “di difficile interpretazione” per le biancorosse, contro una squadra giovane, che gioca in velocità, mette tanta pressione sul portatore di palla e che arriverà a Lucca con il coltello fra i denti, a caccia dei primi due punti. Il pivot Reshanda Gray è senza dubbio l’elemento di punta. L’impatto con il campionato per le salernitane di coach Riga non è stato dei più semplici visto, che hanno dovuto affrontare subito le favorite del campionato, Schio e Ragusa (nel mezzo la sconfitta sull’insidioso parquet di Orvieto). La filosofia societaria è quella di puntare molto sulle giovani italiane e farle crescere, inserendo giocatrici straniere di livello. Ecco perchè coach Diamanti, vecchio lupo di mare e dei parquet nostrani, non si fida e giustamente alla vigilia ha predicato calma e gesso. Ma soprattutto assoluta concentrazione. Palla a due alle ore 18.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento