Gesam Le Mura spazza via (68-56) anche Orvieto

BASKET A1 DONNE - Nella sesta giornata di andata il Gesam Gas Le Mura di coach Mirko Diamanti batte la solida compagine umbra. Ottima prova della Dotto, 20 punti. Le biancorosse restano al comando della classifica assieme allo Schio, vittorioso a Torino. Domenica test probante a Venezia.

-

 

Le prime cinque di forza e di…spettacolo. La sesta di testa e di…tenacia. Ma anche di superiorità. Gara complicata per il Gesam Lucca contro un ostico e irriducibile Ceprini Orvieto. Ma allora aveva ragione coach Diamanti alla vigilia a diffidare della classifica delle umbre ?! Le Mura non ha una partenza fulminante come quasi sempre gli era capitato invece in questo primo scorcio stagionale. Stavolta le biancorosse faticano a prendere il largo nonostante la buona vena di Kayla Pedersen, senza dubbio la migliore delle sue, almeno in avvio. Punteggio basso con Lucca che chiude il primo/quarto sul 16 a 8 e va all’intervallo lungo sul vantaggio quasi minimo di 28 a 24. Insomma, c’è da lottare, e non poco, contro un Orvieto davvero tonico e solido in difesa. Anche nella seconda parte il match rimane tirato e poco spettacolare. Orvieto non molla di un centimetro e si riporta sotto nel punteggio. Ma è in tale frangente che si “sveglia” anche Jillian Harmon. Le Mura dà una piccola sgassata ed allunga subito nel punteggio: 47-36 e poi 52-38. Anche l’azzurra Francesca Dotto sale in cattedra e va in doppia cifra. Il terzo minitempo si chiude con Lucca avanti di 12: 54-42. Vantaggio rassicurante ma nel basket bisogna fare sempre molta attenzione. Ma la Dotto è spettacolo puro e la partita fila via senza altri sussulti. Finisce 68-56 per Lucca che rimane al comando della classifica assieme allo Schio. Archiviata la pratica-Orvieto ora si guarda avanti, alla settima, che chiama le biancorosse alla difficilissima trasferta di Venezia (domenica ore 18) contro lo squadrone veneto delle ex-Bagnara e Ruzickova. Un test durissimo in Laguna che ci farà capire dove può arrivare Le Mura 2015/2016.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento