Incidente stradale sulla A11, muore automobilista romano di 63 anni

LUCCA - Un gravissimo incidente stradale si è verificato intorno alle 12,30 sulla A11 uscita Lucca Ovest direzione Viareggio. Per cause ancora in corso di accertamento l'uomo, un romano di 63 anni, ha sbandato con la sua macchina, una Chevrolet, andando a sbattere contro il guard rail. Nel violento impatto il guard rail ha penetrato la macchina amputandogli di netto una gamba. Purtroppo l'uomo è deceduto mentre i soccorritori tentavano di stabilizzarlo.

-

Un 63enne di Roma, Sergio Niglio, è morto in un drammatico incidente stradale verificatosi all’uscita Lucca Ovest dell’autostrada A11. L’automobilista, insieme ad un’altra persona, un 33enne romeno, stava viaggiando in direzione Versilia, quando per cause in corso di accertamento, appena imboccata l’uscita, ha perso il controllo dell’auto ed è sbandato sulla sinistra, schiantandosi a forte velocità contro il guard rail. La fatalità ha voluto che il punto d’impatto sia stato proprio dove termina il guard rail di Società autostrade e inizia quello della Salt. Nelle immagini, vedete lo stesso punto dalla parte opposta della carreggiata.

La vettura del 63enne, una Chevrolet, dopo aver urtato il primo guarda rail, ha continuato la sua corsa prendendo frontalmente l’inizio del secondo guard rail, che come una testa d’ariete ha sfondato la parte anteriore dell’auto. La lamiera, infilandosi nell’abitacolo, ha amputato di netto la gamba sinistra del conducente e poi ha sfondato la portiera sinistra dell’auto, fuoriuscendo per quasi una decina di metri prima che l’auto si arrestasse.

I soccorritori hanno trovato l’automobilista già in fin di vita. I medici inviati dal 118 hanno tentato disperatamente di rianimarlo ma non c’è stato niente da fare. L’uomo che si trovava con lui è stato invece portato al San Luca, in stato di choc ma fortunatamente non in gravi condizioni. La Polizia Stradale di Viareggio conta sulla sua testimonianza per capire che cosa abbia provocato l’incidente. Sull’asfalto non risulterebbero segni di frenata.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento