Le scelte quasi obbligate di Giovanni Lopez

CALCIO LEGA PRO - Lucchese al lavoro allo stadio Porta Elisa. Domenica i rossoneri sono attesi dalla delicatissima trasferta di Arezzo, ennesimo derby toscano. L'allenatore Lopez lamenta diverse assenze tanto che le sue scelte sono quasi obbligate. Mengoni in porta, Benevenga e Marchesi le possibili novità.

-

 

Meno cinque nella rosa (di 24) a disposizione di mister Lopez. Il 48enne tecnico romano deve infatti fare i conti con parecchie assenze che certamente non lo gratificano all’antivigilia ormai, o quasi, della trasferta di Arezzo. Maini e Sartore sono out per infortunio e rischiamo di rivederli solo nel 2016; Mingazzini, Pozzeboni e (a sorpresa) anche il portiere Di Masi sono incappati nei fulmini del giudice sportivo e li rivedremo il 22 novembre nella gara interna con il Savona. Insomma, scelte obbligate o quasi per il 48enne tecnico romano che va detto al suo arrivo a Lucca ha inanellato finora solo sconfitte. Ma questo non è certamente colpo sua e casomai le sue responsabilità in questo momento sono davvero minime. Arezzo costituisce un’altra tappa cruciale e delicatissima che Lopez sta preparando con assoluto scrupolo. La parola d’ordine è ripartire dal Pontedera nonostante la sconfitta.

Capitolo-formazione che va delineandosi in modo abbastanza netto. Mengoni giocherà in porta al posto di Di Masi. Benvenga rientrerà in difesa nel ruolo di laterale destro mentre sarà Marchesi ad assumere il ruolo di regista in mediana. Bianconi ha recuperato e giocherà al centro dell’attacco sostenuto ai lati da Fanucchi e Terrani. Anche Mori è rimasto a parte e Lorenzini dovrebbe affiancare Espeche al centro della difesa. Non abbiamo volutamente parlato di schema, nè tantoneno di schemi, poichè è chiaro che in un momento così difficile e complicato devono essere le risorse individuali, ma ancor più di gruppo, a risollevare la Pantera dall’acquitrinio in cui si è perigliosamente impantanata.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento