Barga, addio all’imprenditore Guelfo Marcucci

CASTELVECCHIO PASCOLI - Se n'è andato all'età di 87 anni Guelfo Marcucci. E adesso più che mai la Valle del Serchio si accorge di ciò che questo imprenditore è riuscito a lasciare in eredità al suo territorio.

- 1

Marcucci si è spento venerdì sera nella sua abitazione di Castelvecchio Pascoli. Proprio da dove tutto era iniziato con la nascita del centro turistico alberghiero del Ciocco. Ma Marcucci è stato capace anche di creare un gruppo farmaceutico di livello internazionale da cui è nata Kedrion, azienda leader nel settore degli emoderivati, che garantisce mille posti di lavoro in Italia, quasi tutti nello stabilimento di Bolognana e al Ciocco, ed altri mille nel resto del mondo. Ed stato anche uno dei pioneri della tv privata. Fondò il network Elefante negli anni ’70: una lunga avventura che poi è proseguita con la nascita di Videomusic negli anni ’80 e con quella della nostra NoiTv.
Da anni non dirigeva più le sue aziende ma era sempre presente alle manifestazioni per valorizzare la memoria di Giovanni Pascoli e la casa natale del poeta, sul colle di Caprona.
Guelfo Marcucci lascia la moglie Iole, e i figli Marialina, Paolo e Andrea. I funerali si terranno domani pomeriggio alle 15.30 a Castelvecchio. Alla famiglia Marcucci il più grande abbraccio da tutto lo staff di NoiTv.

Tra i messaggi di cordoglio quello della Confcommercio di Lucca e Valle del Serchio, che ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa dell’imprenditore che “è stato tra i primi in Valle ed in provincia ad avere una rilevanza internazionale”.

Per il sindaco di Barga Marco Bonini “la scomparsa di Guelfo Marcucci rappresenta una grande perdita non solo per il nostro comune, ma indubbiamente anche per l’intera Valle del Serchio. E’ stato un imprenditore lungimirante e infaticabile, faceva parte di quella generazione di uomini attivi che hanno sviluppato e arricchito il nostro Paese. Marcucci è sempre stato un uomo molto avanti nelle sue scelte, ha saputo vedere oltre la realtà del momento, compiendo scelte, anche coraggiose, che hanno significato e significano molto per tutti e per la vita di migliaia di famiglie della Valle”.

Il consigliere regionale Stefano Baccelli ricorda Marcucci come “una persona attenta, capace, legata in modo indissolubile alla propria terra e alla propria comunità”.

Per l’onorevole Raffella Mariani sottolinea come Guelfo Marcucci abbia saputo portare occupazione e benessere in molte famiglie e costruire condizioni di sviluppo durevole”.

Dello stesso avviso il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro  che descrive Marcucci come “un imprenditore che ha sempre guardato al futuro e puntato con coraggio sull’innovazione: scelte a volte anche audaci, che hanno portato investimenti e lavoro sul nostro teritorio”.

“La scomparsa di Guelfo Marcucci colpisce la comunità di tutta la provincia di Lucca – ha detto il presidente della Provincia e  sindaco di Capannori Luca Menesini; “nella sua vita infatti si è contraddistinto per le sue capacità imprenditoriali, accompagnate da quelle culturali, sociali e umane”.

Questo il messaggio della presidente di Confindustria Lucca Cristina Galeotti. “Con sincero rimpianto saluto in Guelfo Marcucci una figura importante di imprenditore e uno dei più validi protagonisti della storia economica della provincia che, con impegno e intraprendenza, ha saputo dar vita ad attività imprenditoriali diversificate e contribuito in misura rilevante alla crescita e allo sviluppo del nostro territorio provinciale, in particolare della Garfagnana”.

 

Commenti

1

  1. Giuseppe De Stefano


    il mio indimendicabile, graditissimo quanto imprevisto ed inatteso incontro con il commentatore Guelfo avvenne nel novembre 1986, ero da qualche mese a Viareggio e gli fui presentato dal dottor Felice Manzo, suo stretto collaboratore, proveniente da un’aziende farmaceutica napoletana in crisi che l’imprenditore Marcucci aveva di recente rilevato.
    non trovo gli appropriati termini per descrivere i sentimenti di ammirazione che nel mio animo si annidarono nell’ascoltare il suo discorrere franco, umile e affabile che ho sempre consevato.
    i più loderanno le sue non comuni qualità imprenditoriali, a cui io associo il corretto, fulgido ed esemplare comportamento umano che è insito in tutti i suoi congiunti, dalla consorte signora Iole, alla figlia Marialina ed ai due maschi, in particolare in Andrea, Senatore della Repubblica, ai quali va il mio sentito e sincero cordoglio per la dolorosa dipartita, e commosso sono loro grato di aver avuto la fortuna di essere annoverato tra le loro innumerevoli amicizie.
    sono alquanto rattistato,, commosso, sconvolto e confuso da non trovare termini adatti ad esprimere il senso profondo che in me alberga ed in tutta la comunità lucchese per i valori e le opere che di lui ci si rammenterà e molti lascieranno imperitura testimonianza a ricordo del passaggio terreno del commentatore Guelfo Marcucci.

Lascia un commento