Mingazzini rispetta ma non teme L’Aquila

CALCIO LEGA PRO - Il forte mediano della Lucchese presenta la sfida casalinga di sabato (ore 17,30) contro la formazione abruzzese. Lopez orientato a schierare lo stesso 11 che ha sbancato il campo del Tuttocuoio; Benvenga verso il recupero. Pronta l'alternativa-Calcagni. Lo scorso anno i rossoneri s'imposero 3-0 con tripletta di Forte.

-

 

Ultima del 2015 con vista su quota 20 punti. Che significherebbe agganciare L’Aquila, avversario diretto al Porta Elisa sabato nel tardo pomeriggio e chissà magari anche una tra Prato e Tuttocuoio, o forse tutte e due. La Lucchese, che giovedì pomeriggio si è allenata all’Acquedotto, è ormai quasi alla rifinitura in vista della sfida alla compagine abruzzese reduce tra l’altro dal successo di misura sul Rimini. Gara delicata perchè i rossoblu aquilani costituiscono un buon complesso ma i rossoneri vogliono fare bottino pieno. Magari cercando di emulare il rotondo 3-1 col quale s’imposero lo scorso 28 febbraio con tripletta di Francesco Forte. Da allora sono trascorsi solo 10 mesi ma la Lucchese è profondamente cambiata. Uno dei pochi superstiti di quella squadra è l’esperto mediano Nicola Mingazzini. Uno che di battaglie ne ha combattute e vissute tante. Il Minga rispetta ma non teme L’Aquila anzi…

Capitolo-formazione che fosse per Lopez sarebbe già bello e deciso. Il 48enne tecnico romano deve invece fare i conti con gli acciacchi di Benvenga, botta ad un gluteo nella partitella in famiglia di mercoledì. In realtà il forte laterale cestro dovrebbe stringere i denti e rispondere presente. Per ogni evenienza sono già pronte le alternative che rispondono ai nomi di Melli o Calcagni. Per il resto conferma della stessa squadra che tanto bene ha fatto nelle ultime giornate anche se Vita ma soprattutto Pozzebon sono parsi in buona forma e scalpitanti..La decisione definitiva sarà presa da Lopez dopo la rifinitura di venerdì.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento