Polveri sottili, dicembre nero per Capannori e Lucca

LUCCA - Un mese da ricordare quello di dicembre per i valori di polveri sottili presenti a Lucca e Capannori. Lo rende noto l'Arpat.

-

Nonostante da ormai quattro giorni i valori di polveri sottili  di PM10 presenti nell’aria siano tornati nella norma, l’Arpat, l’ Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, ha reso noto che nelle 32 centraline della rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria  nel mese di dicembre si sono registrati 303 superamenti del limite di PM 10. Amare notizie per la nostra provincia, con Capannori al primo posto per quanto riguarda le stazioni di fondo e Lucca al secondo per quelle di traffico.

Per quanto riguarda le polveri ultrasottili PM2,5, per il quale esiste  solamente un limite annuale, la situazione registrata in dicembre non è affatto migliore, anzi se possibile i dati rilevati sono ancora più significativi. In dieci centraline la media mensile è stata superiore al limite annuale, ed in quattro di queste per più del doppio. Nel corso del mese si sono registrati anche valori pari a quattro volte il limite medio annuo, confermando anche qui Capannori ai vertici di questa triste classifica, secondo posto dopo la centralina di Montale, a Pistoia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento