Porcari, falsificano l’Isee per avere agevolazioni e contributi

PORCARI - Nel corso di vari controlli svolti dalle Fiamme Gialle di Lucca, in collaborazione con il  Comune di Porcari, sono stati scoperti  quattro residenti che avevano presentato nell’anno 2013 altrettante dichiarazioni sostitutive uniche (ISEE), anche per conto del proprio nucleofamiliare, fruendo di contributi di tipo sociale e di esenzioni scolastiche, senza tuttavia averne diritto.

-

isee

Le persone complessivamente sottoposte a controllo, segnalate o prese a campione sono state 16. “La nostra Amministrazione, i nostri uffici dei servizi alle persone – afferma Fabrizia Rimanti, Assessore al Sociale del Comune di Porcari – sono quotidianamente a fianco dei cittadini in difficoltà, cercando di rispondere alle esigenze e richieste presentate. Tuttavia ci rendiamo conto, a volte, che quanto dichiarato da qualcuno non risponde a verità. Come Ente Pubblico è naturalmente nostro dovere, in questi casi ricercare e contrastare l’abuso per garantire il rispetto delle regole.”

“Si tratta – conclude l’Assessore – di un impegno importante anche perché eventuali irregolarità, oltre a costituire un illecito, vanno a discapito dei cittadini che effettivamente si trovano in situazione di bisogno”. La collaborazione e i rapporti intercorsi tra gli uffici comunali e la Guardia di Finanza di Lucca sono stati molto numerosi e si sono protratti da fine novembre fino alla vigilia di Natale compresa.

Il comparto dei contributi di tipo sociale e delle esenzioni scolastiche è importante sia per la tutela degli interessi finanziari degli Enti erogatori sia per la difesa dell’equità sociale nella redistribuzione delle risorse pubbliche a sussidio dei nuclei familiari che versano in condizioni economiche meno favorevoli.

Nei confronti dei soggetti responsabili, contestualmente all’elevazione delle sanzioni amministrative, poco inferiori a 21.000 euro, sono state avviate le procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento