Zampata di Borgia, il Ghiviborgo non perdona

CALCIO D - Settimo sigillo esterno di un Ghiviborgo sempre più convincente e...forte. Nonostante diverse assenze e la rottura del pullman, i biancorossoazzurri di Fanani sbancano (2-1) anche il "Luzzi" di Gualdo Tadino e salgono al terzo posto della classifica, in piena zona playoff.

-

 

Si scrive Ghiviborgo ma si legge rivelazione assoluta del campionato di serie D e, forse, ormai anche qualcos’altro. Neppure le pesanti assenze di capitan Angeli e del difensore centrale Mei offuscano la stella splendente della squadra del Pacio Fanani. Il match di Gualdo Tadino non nasce sotto i migliori auspici anche per un guasto al pullman che trasporta la squadra al luzzi. Ed infatti il Ghiviborgo arriva con ritardo allo stadio: la gara inizia alle 15 anzichè alle 14,30. Ma si rifa anche della sfortuna questo Ghiviborgo dei miracoli anche se l’abbrivio è piuttosto difficile. Gualdo grintoso che sfiora subito la rete con Fondi che di testa manda a lato da pochi metri. Replica il Ghiviborgo con il solito Pagano che prima coglie la traversa su calcio d’angolo e poi cerca di sorprendere il portiere Casini alzando di poco la mira. Ancora De Gori (al rientro) pizzica la traversa direttamente su punizione. E subito dopo ancora l’imprendibile Biagio Pagano colpisce il palo sprecando il pallone del possibile vantaggio. Sicchè da lì a pochi secondi arriva il vantaggio del Gualdo. Incornata vincente e perentoria di Menchinella su corner di Villanova. Rete importante per gli umbri siglata tra l’altro dal loro valoroso capitano. Ma la squadra di Fanani reagisce con rabbia e personalità e al 35esimo perviene al pareggio. E’ De Gori a segnare su assist di Pagano ben appostato in area di rigore. L’importanza del forte trequartista si evidenzia anche in tale frangente  Nella ripresa il Ghiviborgo insiste tanto che la superiorità diventa monologo. De Gori sfiora la doppietta ma il pallone esce d’un soffio. Poi gli umbri rimangono in 10 per l’espulsione di Marani che atterra lo scatenato Pagano. Il finale è quasi un assalto all’arma bianca e quando l’1 a 1 sembra scritto al 92esimo Borgia scocca un destro vincente dal limite dell’area che regala il meritato successo alla Fanani-band e tre punti che collocano il Ghiviborgo al terzo posto. Domenica prossima arriva la Pianese: continuare a sognare non solo è un diritto ma è soprattuto un dovere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento