Lucca, Polizia Municipale; ora il comandante è indagato

LUCCA - Il comandante della Polizia Municipale di Lucca Stefano Carmignani è formalmente indagato dalla Procura di Lucca con le accuse di peculato e falso. A ufficializzare l'inchiesta a suo carico è stato l'avviso di garanzia recapito al comandante dagli uffici di via Galli Tassi.

-

In sostanza, la Procura vorrebbe accertare se il comandante ha utilizzato per scopi privati un’autovettura di servizio.

Le indagini erano partite a seguito di esposti inviati alla Procura dall’interno dello stesso comando della Municipale, Qualche settimana i carabinieri avevano acquisito una serie di documento dal comando di Piazza San Donato. Le indiscrezioni avevano subito portato ad individuare il comandante Carmignani come il principale soggetto dell’inchiesta ma fino ad ora nessuno era stato iscritto nel registro degli indagati.

Parallelamente a quella della Procura anche il Comune ha aperto un’inchiesta interna. “Fermo restando il principio della presunzione di innocenza – si legge in una nota inviata da Palazzo Orsetti – l’amministrazione comunale, come ha già dichiarato nelle scorse settimane nel corso delle indagini preliminari, si mette a completa disposizione degli inquirenti perché sia fatta piena luce sui fatti contestati al Comandante. Per il momento, e allo stato degli atti, non è prevista l’adozione di nessun provvedimento sull’incarico del Comandante. La legge prevede infatti la sanzione della incompatibilità con il ruolo di dirigente solo in caso di condanna, anche di primo grado.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento