Tambellini: “Infondate le accuse di Magnani, lo quereliamo”

LUCCA - A seguito delle dichiarazioni del presidente di Gesam Energia il sindaco e il presidente di Gesam SPA hanno convocato una conferenza per chiarire i rapporti economici tra il Comune e la società di servizi. Infondate, secondo l'amministrazione, le accuse mosse da Magnani, e il sindaco annuncia querela.

-

Non si è fatta attendere la replica dell’amministrazione comunale rispetto alle accuse del presidente di Gesam Energia riguardo il sospetto di sottostima della società nella perizia redatta in previsione della scissione di Gesam Spa. A meno di due ore dalla pubblicazione del resoconto della conferenza stampa, il sindaco, l’assessore al bilancio Giovanni Lemucchi e l’amministratore di Gesam SPA Ugo Fava hanno voluto immediatamente controbattere. In prima battuta il sindaco ha riferito che il mandato di presidenza a Giovanni Magnani sarebbe stato revocato già martedì prossimo. Revoca dettata da un rapporto fiduciario che si era deteriorato a causa di precisi episodi.

Riguardo alle affermazioni secondo cui sarebbero stati occultati alcuni dati, il sindaco ha annunciato querela verso Magnani. Entrando poi nel merito della questione economica, l’amministrazione ha riferito che l’ultima fattura presentata da Gesam Energia, di circa 2 milioni e settecentomila euro più iva, sarebbe stata contestata dalla stessa amministrazione. E che i dati riferiti da Magnani non troverebbero riscontro in nessun atto.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento