Tambellini: “Su Gesam percorso quasi obbligato; chi ha idee migliori le dica”

LUCCA - Con l'accordo con Toscana Energia è molto probabile che Lucca non abbia più la maggioranza e quindi il controllo completo su Gesam, l'azienda lucchese del gas. Ma si tratta di un percorso quasi obbligato e chi ha idee migliori è pregato di presentarle. Lo ha detto a NoiTv il sindaco Alessandro Tambellini.

-

Con l’accordo con Toscana Energia è molto probabile che Lucca non abbia più la maggioranza e quindi il controllo completo su Gesam, l’azienda lucchese del gas. Ma si tratta di un percorso quasi obbligato e chi ha idee migliori è pregato di presentarle. Lo ha fatto capire il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, intervenendo ai nostri microfoni sulla futura gara di riassegnazione delle reti del gas sul territorio provinciale.

Il sindaco ha spiegato che il Comune finora si è messo su tre priorità. Rafforzare la Gesam, riportare la struttura nei limiti di legge (l’ormai famosa scissione tra Gesam Reti e Servizi) e la salvaguardia dei posti di lavoro. Adesso si punta a partecipare alla gara. Per farlo il Comune ha scelto di trovare un’intesa con Toscana Eenergia che è già partner di Gesam e che è una realtà più strutturata dell’azienda lucchese.

In sostanza, appare inevitabile che in un’alleanza con Gesam sarà Toscana Energia ad avere la maggioranza, in caso di vittoria nella gara e gestione delle reti del gas in provincia.

Un’alternativa sarebbe quella di non partecipare alla gara. In quel caso arriverebbero anche dei soldi ma dovremmo dare completamente addio all’azienda lucchese del gas.

Di alternative ce ne sono poche, conclude Tambellini. Che invita, quasi sfida, chi ha idee migliori a presentarle.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento