Lucchese-Pistoiese, un derby tira l’altro

CALCIO LEGA PRO - Dopo il non esaltante pareggio di Prato la Lucchese è attesa da un altro derby. Sabato (ore 15) al Porta Elisa arriva la Pistoiese di Max Alvini in uno scontro delicato per le zone medio-basse della classifica. Momento difficile per la squadra di Lopez che si ritrova con le incognite portiere e centravanti.

-

Un derby tira l’altro ma al contrario delle classiche caramelle di infantile memoria, qui c’è poco di dolce e da stare allegri. Già perchè almeno finora nel robusto panorama dei confronti con altre squadre toscane la Lucchese non ha affatto brillato. Insomma il torneo interno del Granducato vede i rossoneri in pesante e perenne affanno. Il pareggio di Prato non sfugge a tale considerazione visto che è arrivato al termine di una una gara tutt’altro che esaltante giocata col freno a mano tirato e la paura di sbagliare, ovvero di perdere ancora. Del resto anche la classifica suggerisce che il vantaggio sulla quint’ultima non è rassicurante e che ci vorrano ancora diversi punti per mettersi al riparo da qualsivoglia sorpresa.

Intanto la Lucchese ha riprso la preparazione perchè sabato arriva la Pistoiese, avversario notoriamente ostico: lo scorso anno una vittoria per partite a campi inveriti mentre all’andata, il 10 ottobre scorso, ebbero la meglio gli arancioni di Max Alvini grazie a questa rete del centravanti Sinigaglia in avvio di ripresa. Lopez vuol presentare una Lucchese tonica e vogliosa di riscattare le ultime deludenti prestazioni. In realtà il tecnico romano ha non pochi problemi. Intanto in due ruoli dellcati come il portiere e il centravanti. Tra i pali potrebbe confermare Mengoni che a Prato è andato bene mentre al centro dell’attacco Maritato fa molta fatica come prima di iui anche Pozzebon e Bianconi. In definitiva una Lucchese in cerca d’identità in zone decisive e nevralgiche del campo. Scegliere bene per ripartire con una vittoria che già risolverebbe parte dei problemi…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.