Lucchese impaurita si accontenta di un punticino

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese torna da Prato con un pareggio che interrompe la striscia negativa. Ma la prova dei rossoneri di Lopez è stata tutt'altro che convincente. Buono il debutto del portiere Mengoni. Ancora difficoltà per il centravanti Maritato. E sabato arriva la Pistoiese.

-

14_2_16_ Lucchese

La paura fa 90, ma talvolta fa anche 0 a 0. Prendete il caso di Prato-Lucchese, partita che non s’illumina mai e che sotto una pioggerellina fastidiosa, talvolta pioggia anche battente, annoia più sì che no, lo scarso pubblico presente al LungoBisenzio. Metteteci anche l’orario infelice, di sabato alle 17,30 (ma quali scienziati lavorano nei palazzi del calcio italiano ?) e avrete una serata davvero da dimenticare. Resta il punticino che Prato e Lucchese si mettono in saccocia e che di questi tempi è grasso che cola. O quasi. Sgomberiamo subito il campo dagli equivoci: la Lucchese non è paicuta, per nulla. Dopo un avvio discreto, facciamo i primi 20-25′ i rossoneri si sono rintanati e hanno faticato a costruire azioni degne di tale nome. Buon per loro che il Prato di De Petrillo è squadra giovane, volenterosa e nulla più tanto che il più pericoloso dei lanieri è stato Eguelfi, laterale sinistro di scuola interista. In casa rossonera decisamente buono il debutto del portiere Mengoni che nelle rare volte in cui è stato chiamato in causa ha dimostrato attenzione e concentrazione. INel complesso la difesa ha tenuto anche se la disposizione a tre è parsa molto forzata e legata al momento difficile. Diverso il discorso di centrocampo e attacco dove a qualche sufficienza risicata fa riscontro anche qualche prova incolore. E’ il caso del centravanti Maritato che stenta ad inseririsi in questa Lucchese che certamente non lo aiuta. E purtroppo anche Pozzebon, che gli è subentrato a metà ripresa, non è parso un fulmine di guerra. Insomma una Lucchese frenata e impaurita dagli ultimi risultati. Chiamiamola pragmatica. Ma la squadra brillante che avevamo ammirato fino a Natale pare uno sbiadito ricordo. E sabato arriva la Pistoiese per una altro debry da…paura ? Chissà, se ritroveremo una Lucchese coraggiosa, ma soprattutto vincente.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento