Ancora nessun indagato per i permessi ZTL

LUCCA - Continuano i sopralluoghi dei carabinieri della sezione di PG presso la sede dei Vigili Urbani per l'esposto riguardo presunte irregolarità sugli accessi alla ZTL, ma nessun iscritto nel registro degli indagati. Intanto è partita anche un indagine interna del comune.

-

L’indagine condotta dalla procura di Lucca sui vigili urbani va avanti anche senza iscritti nel registro degli indagati. Nel mirino del pubblico ministero sono finiti gli accessi alla zona a traffico limitato di alcune auto ma – pare – non solo quelli.  I carabinieri hanno effettuato un secondo sopralluogo nella sede della polizia municipale di Piazzale San Donato ed hanno acquisito il regolamento interno, i brogliacci di entrata e uscita degli agenti e altri documenti relativi all’uso delle auto di servizio, le auto civetta ed altri mezzi in dotazione e non. Gli inquirenti sono impegnati a verificare se ci siano state eventuali violazioni. In seguito all’esposto partito proprio dal comando dei vigili sono stati ipotizzati i reato di abuso d’ufficio e peculato d’uso ma – e’ bene ripeterlo – al momento non ci sarebbero iscritti nel registro degli indagati. Anche il comune ha aperto un fascicolo interno ed ha affidato al segretario le indagini del caso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento