Un Ciocco super, da campioni

MOTORI - Apriranno mercoledì prossimo 17 febbraio le iscrizioni al 39° Rally del Ciocco e Valle del Serchio (18-20 marzo), prova di apertura del Cir 2016. Ghiotte novità con la PS spettacolo di Forte dei Marmi ma anche il ritorno di prove mitiche come Massasassorosso. Dopo la sfortuna del 2015 Paolo Andreucci vuol aprire in grande stile sulle strade di casa.

-

 

Un Ciocco super, un Ciocco da…campioni. Si scaldano idealmente i motori per la 39esima edizione di una corsa entrata ormai nella leggenda del rallismo italiano. Tra l’altro ancora una volta il rally del Ciocco e della Valle del Serchio costituirà il vernissage stagionale, prima di otto prove che assegneranno l’agognato titolo tricolore: Andreucci per la “decima” o Scandola per il bis ? Oppure il classico terzo incomodo, peraltro ancora da individuare ? Chiaro che mancano ancora (curioso ma vero) 39 giorni, esattamente quante le edizioni della corsa, e quindi resta da capire fino in fondo quelle che saranno le forze in campo: qualche trattativa è tuttora in corso. Nel dettaglio si profila un Ciocco affascinante e durissimo, quindi bellissimo da correre e…da seguire. Saranno ben 17 le Ps in programma così suddivise: la spettacolo del venerdì sera sul viale a mare di Forte dei Marmi annullata lo scorso anno causa tempesta di vento. Non si farà la classifica, ma servirà a scaldare i motori. Chiaro che il grosso, il piatto forte, lo si vivrà nella giornata di sabato quando i piloti dovranno sciropparsi la bellezza di 12 PS: Massasassorosso, Renaio e Il Ciocco nella sessione mattutina; Careggine, Molazzzana e Noitv in quella pomeridiana, ciascuna da ripetere due volte. Il gran finale domenica con le speciali di Coreglia, la più lunga coi suoi 23 chilometri e mezzo, e di San Rocco. L’arrivo in piazza Umberto a Castelnuovo è spostato al pomeriggio, esattamente alle 15,30. Lo scorso anno s’impose a sorpresa Alessandro Perico e col bergamasco andarono sul podio anche Rudy Michelini e Nicola #NC3 Caldani. Ucci dovette accontentarsi del quinto posto e non andò molto meglio, anzi, ai suoi rivali Scandola e Basso. Ecco perchè il nove volte campione italiano vorrà cominciare forte, molto forte, e poi sulle strade di casa vincere sarebbe ancora più bello…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento