Economia, Lucca e la Versilia vincono sui mercati esteri con il cartario e la nautica

LUCCA - Secondo i dati della Camera di Commercio, nel 2015 il valore complessivo delle esportazioni delle imprese della provincia di Lucca ha raggiunto i 3.960 milioni di euro, il 12% in più rispetto all'anno precedente.

-

L’export ingrana la quarta e dà un segnale importante all’economia della Lucchesìa e della Versilia. Secondo i dati della Camera di Commercio, nel 2015 il valore complessivo delle esportazioni delle imprese della provincia di Lucca ha raggiunto i 3.960 milioni di euro, il 12% in più rispetto all’anno precedente. Il dato assume una grande rilevanza se raffrontato con quello regionale e nazionale, che indicano una ripresa che però si è fermata tra il 3 ed il 4%.

Le nostre esportazioni hanno quindi accelerato quattro volte di più rispetto a quello toscano e italiano, confermando una volta di più che i mercati esteri sono fondamentali per le imprese lucchesi e versiliesi.

Nel dettaglio, il settore cartario, concentrato in particolare nella Piana di Lucca, si conferma il più importante in assoluto per le esportazioni, con un valore complessivo esportato di 950 milioni di euro.

Segue il settore meccanico, che però è legato strettamente al distretto della carta, dato che è trainato soprattutto dalla produzione di macchine per il settore cartario.

Al terzo posto c’è la cantieristica nautica versiliese che rispetto agli altri due settori registra la migliore accelerazione percentuale rispetto al 2014, quasi il 20% in più nelle esportazioni.

Export in ripresa anche nel settore alimentare, grazie soprattutto alle vendite di olio d’oliva. Segno meno invece per il calzaturiero, che ha perso oltre il 2% sui mercati esteri.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento