Garfagnana, presi altri due componenti della banda dei “bolognesi”

GARFAGNANA - Una notte movimentata quella tra lunedì e martedì scorsi, sulle strade della Garfagnana. Al termine di un inseguimento i Carabinieri di Castelnuovo hanno arrestato due moldavi, di 21 e 25 anni, con l'accusa di furto aggravato.

-

Sarebbero altri due componenti della cosiddetta banda dei “bolognesi”, i pendolari del furto che dall’Emilia Romagna vengono a rubare in Valle del Serchio. Uno di loro era già stato arrestato a gennaio.

Lunedì notte i due giovani moldavi hanno prima tentato senza successo un furto in un caseificio in località Pantaline, a Castelnuovo. Poi si sono spostati a Pontardeto dove sono riusciti ad entrare prima in un’azienda alimentare e poi in un’autorimessa privata, rubando anche un veicolo commerciale.

A questo punto però sono entrati in azione i carabinieri che dopo una serrata ricerca hanno intercettato il veicolo rubato sulla provinciale 16, a Villetta, nel Comune di San Romano Garfagnana.

Per fuggire i malviventi hanno prima tentato di investire un militare, poi hanno speronato un ‘auto dell’Arma. Infine, hanno tentato la fuga a piedi, scavalcando addirittura la recinzione della diga Enel e scappando nei boschi. Ma il cerchio intorno a loro ormai si era chiuso. Il primo è stato trovato in un metato abbandonato. Aveva una gamba fratturata perché per scappare si era gettato da un muro alto 5 metri. L’altro invece è stato catturato nei pressi di un viadotto ferroviario.

I carabinieri stanno ancora verificando l’eventuale presenza sul posto di altri complici.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento