Gesam Le Mura a forza 4 sulla Piramis Torino

BASKET A1 DONNE - Ottava giornata di ritorno con il Gesam Le Mura che ospita la Piramis Torino. Dopo la prova di forza sciorinata mercoledì contro la Reyer Venezia, la squadra di coach Mirko Diamanti è attesa ad una probante conferma. Da gestire i 4 punti di vantaggio su Ragusa e Schio a cinque giornate dalla fine della regular-season. All'andata Lucca vinse 60-39.

-

 

Le cinque giornate che possono consegnare il Gesam Le Mura Lucca già ad un pezzo di storia. Tante ne mancano da qui alla fine della regular-season del prossimo 10 aprile. Roba di un mese, o poco più, per capire se la squadra di coach Diamanti riuscirà a chiudere veramente al primo posto con tutti i vantaggi che ciò potrebbe comportare. In tal senso il turno infrasettimanale ha permesso a Lucca di scavare il primo autentico solco stagionale. Adesso sono quattro i punti di vantaggio che Le Mura può vantare nei confronti del duo Ragusa-Schio, ferite ma tutt’altro che dome. Seconda gara interna consecutiva nel breve volgere di soli quattro giorni per il Gesam che domenica (ore 18) ospiterà al Palatagliate la Piramis Torino in un match che vede Crippa & C. nettamente favorite. Al momento l’entusiasmo è alto, quasi contagioso, e questo può essere il reale ed autentico pericolo di una squadra che sta andando anche al di là delle più rosee aspettative. Chiaro che a tenere tutti coi piedi sul terra, pardòn sul parquet, ci penserà Mirko Diamanti. Partita che Lucca dovrà interpretare come spesso ha fatto in questo straordinario campionato: subito gas a manetta e via. Il resto dovrebbe venire da sè. Il pallone a spicchi racconta che all’andata (era il 28 novembre) Lucca s’impose 60-39 sul campo della Fixi Piramis ma la vittoria fu più difficile di quanto non dica il punteggio. Avvio stentato e solo nel finale Crippa & C. riuscirono effettivamente a prendere il largo. Top scorer sul parquet piemontese Kayla Pedersen con i suoi 18 punti. Ecco perchè anche domenica sera le biancorosse dovranno fare molta attenzione per superare un avversario non impossibile, ma che rimane pur sempre insidioso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento