La rinascita del ciclismo lucchese

CICLISMO - Una stagione 2016 davvero intensa con un nuovo fermento nel movimento del pedale lucchese. Torna anche lo Challenge Allievi con quattro prove e il campionato provinciale Allievi a Piano di Mommio. Si apre il 3 aprile con la classica Coppa Cei.

-

 

C’è fermento nel ciclismo lucchese. Lo confermano i numeri coi quali ci avviamo alla nuova stagione. Sono ben 31 i corridori tesserati nella categoria Elite-under 23 nelle tre squadre di riferimento: Gragnano, Coppi e Altopack. In crescita anche il numero degli atleti della categori Allievi, sono 22: 10 del Montecarlo, 7 della Speedy Bike e 5 del Team Alessandro. Insomma numeri confortanti che soddisfano anche il presidente provinciale Gianfranco Battaglia. Il numero uno del ciclismo toscano è colui che nel lontano 2002 inventò lo Challenge Allievi Lucca-Versilia che nel corso degli anni ha visto passare atleti di tutto rispetto. La 15esima edizione dello Challenge, che sarà presentata lunedì mattina a Pietrasanta, è stata ridotta a sole quattro prove ma distribuite in modo uniforme nel lungo e fitto calendario stagionale. Si comincerà in anticipo rispetto agli ultimi anni, il 3 aprile, con la classica Coppa Cei. Seguiranno poi le gare di Pozzi, il 2 giugno, a Marginone il giorno di Ferragosto e la gran chiusura il 21 agosto con arrivo in salita a Coreglia. Non cambia il regolamento che prevede l’assegnazione della maglia rossa al vincitore della prova e quella gialla al leader della classifica generale. Chiaro che si spera in un vincitore di caratura tecnica e all’altezza della situazione come avvenne nel 2015 quando trionfò Andrea Innocenti dall’alto di una superioità mai parsa in discussione. Da aggiungere infine che la prova “mancante” quella di Piano di Mommio, il 26 giugno, sarà valida per il campionato regionale Allievi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento