Nanu Galderisi non si fida del pericolante Savona

CALCIO LEGA PRO - Antivigilia della delicata sfida del Bacigalupo per la Lucchese. Galderisi continua a non svelare le carte anche se si profila un cambio di modulo: dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2. Probabile rientro di Benvenga, Altobello e Monacizzo. Tra i biancoblu liguri il pericolo numero uno si chiama Virdis, vicinissimo alla Lucchese nel mercato di gennaio.

-

 

Il Nanu lo sa. E lo sa bene. Questo è il momento decisivo e più insidioso di tutto il campionato. Una stagione invero sofferta e costellata da mille errori e pasticci di ogni genere che tutta la squadra e l’ambiente ne hanno inevitabilmente risentito. Il Nanu sa anche che la concentrazione deve essere al massimo e che non si possono concedere vantaggi nè tantomeno sconti a chicchessia: anche del pur derelitto e ormai quasi retrocesso Savona. La sensazione, e questa è personale, rimane quella che le prossime due partite, Savona in trasferta appunto e Pisa in casa, saranno determinanti, se non proprio decisive. Ma una volta come dice l’antico adagio e anche questo Galderisi lo sa benissimo, con tutte le insidie nascoste, ma non più di tanto, del match di sabato pomeriggio al Bacigalupo. Settimana di lavoro intenso e spesso “nascosto” per la Lucchese che potrebbe giocoforza cambiare modulo. In effetti le assenze di Sartore e Terrani potrebbero indurre Galderisi a rivedere la disposizione tattica della Lucchese sul terreno del Savona. Così davanti a Di Masi la difesa resterà a quattro con Benvenga, Espeche, Maini (o Altobello) e Nolè; centrocampo a tre invece con Monacizzo, Mingazzini e Botta; Fanucchi nel ruolo di trequartista ad agire alle spalle di Maritato e Pozzebon, la strana coppia che speriamo si svegli sabato pomeriggio. A proposiito di attaccanti dall’altra parte dovrebbe rientrare tal Francesco Virdis che a gennaio è stato vicinissimo alla Lucchese e che avrà una gran voglia di alimentare qualche rimpianto in casa rossonera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento