Pasquetta: il tempo incerto non ferma i turisti

PROVINCIA DI LUCCA - Alla fine la pioggia è riuscita a bagnare la giornata di Pasquetta ma non ha fermato i turisti che hanno comunque visitato le città d'arte toscane e tra queste anche Lucca.

-

Tra le mete più gettonate dai visitatori ovviamente la Cattedrale di San Martino, dove da due anni per le visite turistiche si entra a pagamento. A partire dalla tarda mattinata c’è stata una costante affluenza di persone che hanno visitato e fotograto la Cappella del Volto Santo e il monumento funebre a Ilaria del Carretto, in sacrestia.

A confermare che il tempo incerto non ha fermato i turisti sono stati gli addetti della cooperativa che gestisce un altro luogo simbolo della città, la Torre Guinigi, dove le visite sono state continue, sia a Pasqua che il Lunedì dell’Angelo.

E gli operatori riferiscono d’ un’alta affluenza anche alla casa museo di Giacomo Puccini, dove i turisti ricercano le atmosfere delle più grandi opere composte dal maestro lucchese.

Folla e fotografie pure in piazza San Michele dove tra l’altro, sotto il loggiato di Palazzo Pretorio, era stato allestito un mercatino dell’artigianato.

Spostandoci sulla costa, il tempo non certo bello di inizio giornata non ha impedito che il viale a mare e il molo di Viareggio venissero invasi da turisti provenienti da tutta la Regione e anche da fuori Toscana, attirati dalla possibilità di una scampagnata all’aria aperta.

In Passeggiata si è vista anche una pattuglia delle guardie ecoozoofile, mentre una squadra della Polizia Municipale ha fatto sgomberare alcuni venditori abusivi che si erano appostati sul molo.

Non c’è stato il primo assaggio di primavera, magari con la possibilità della prima tintarella fuori stagione. Ma qualcuno comunque ha voluto provare anche l’ebbrezza si passare un po’ di tempo sulla spiaggia. Per il costume e i bagni ci sarà tempo più avanti.

Turisti anche negli altri centri della Versilia. In molti hanno deciso di passare la mattinata nella tranquillità di piazza del Duomo a Pietrasanta, per godere delle bellezze architettoniche della piccola Atene della Versilia.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento