Il Tar respinge i ricorsi, rimane vietata la piazzola per gli elicotteri all’ospedale S.Luca

LUCCA - Non si potrà utilizzare la piazzola di atterraggio degli elicotteri all'ospedale San Luca, costata circa 300mila euro. Il Tribunale amministrativo regionale ha respinto i ricorsi presentati dall'Asl e dalla Sat, la società che ha costruito i nuovi  ospedali toscani.

- 1

Il Tar infatti non ha potuto che ribadire come la piazzola sia stata realizzata troppo vicino alle abitazioni, che distano solo 40 metri dall’elisuperfice. A questo punto rimarrebbe solo il ricorso al Consiglio di Stato, ma le possibilità che il verdetto possa essere ribaltato sembrano poche.

A Lucca quindi l’elisoccorso continuerà ad atterrare sui prati intorno alle mura oppure dovrà proseguire il suo volo verso l’ospedale di Pisa. Ci sarà qualcuno che pagherà per questo incredibile errore? L’Asl ha presentato un ricorso contro la società realizzatrice, che potrebbe essere costretta a risarcire l’azienda sanitaria oppure a costruire l’elisuperficie in una zona più adatta. Vedremo.

Gli unici ad aver accolto la notizia con una certa soddisfazione sono stati proprio gli abitanti delle abitazioni vicine, che sembrano a questo punto aver vinto una battaglia iniziata quattro anni fa. Anche se la loro è una soddisfazione amara.

Rimane il dubbio sul destino dell’attuale piazzola. Tra le ipotesi, quella che possa essere spianata per allargare il parcheggio destinato ai dipendenti.

Commenti

1


  1. Spero vivamente che la persona che ha messo la firma sul progetto paghi di tasca per l’errore commesso. Un ospedale iniziato male e finito peggio…

Lascia un commento