Il derby particolare di Maritato

CALCIO LEGA PRO - Nella Lucchese che torna a sorridere spicca il volto felice di Piergiuseppe Maritato. L'ex-attaccante del Vicenza ha infatti segnato la prima rete in maglia rossonera ma lo ha fatto nella gara più importante dell'anno. Intanto la squadra ha ripreso la preparazione: domenica c'è la difficile trasferta di Teramo. Rientra Fanucchi.

-

12_4_16_ Maritato

Ormai lo sappiamo: il calcio è strano. E, soprattutto, nel calcio nulla si può dare per scontato. Così capita che la Lucchese va sotto nel derby e sorgono subito cattivi pensieri anche perchè il Pisa pare (è) più forte. Ma l’importante è stare aggrapati in qualche modo alla partita che poi tutto può cambiare. Ed allora quando all’undecimo, come dicevano gli antichi maestri della radio, Piergiuseppe Maritato approfitta così di una sbadataggine della difesa neroazzurra, ti rendi conto che l’assioma citato in apertura è solo piacevole realtà. Arrivato nel mercato di gennaio, e voluto all’ombra delle Mura dal binomio Galli-Lopez che ormai non ci sono più, l’ex-attaccante del Vicenza ha faticato in modo enorme a farsi largo e ha collezionato anche parecchie panchine. Chiaro che la rete pesantissima segnata al Pisa per lui vale un tesoro.

Intanto la squadra ha ripreso la preparazione in vista della trasferta di domenica prossima a Teramo. Gara insidiosa come lo saranno tutte, e sono quattro, le rimanenti sfide da qui all’8 maggio. Difficile fare tabelle anche perchè sono in arrivo altre penalizzazioni (vedi Rimini forse -3) ma è chiaro che la squadra di Galderisi con 5-6 punti dovrebbe essere al riparo da brutte sorprese. in Abruzzo tornerà a disposizione anche Jacopo Fanucchi che ha scontato la giornata di squalifica ma che rimane in diffida. Sabato scorso durante il derby dalla curva ovest si sono levati cori contro il 34enne attaccante rososnero, alla luce dell’espulsione di Savona. Ma Galderisi andrà avanti per la sua strada perchè ora quello che conta, l’unica cosa che importa, è il bene e la salvezza della Lucchese.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento