La lapide dei Martiri di S. Anna è tornata al Monumento Ossario

S. ANNA DI STAZZEMA - Un'operazione straordinaria, quasi epica. La grande lapide in ricordo alle vittime della strage di Sant'Anna di Stazzema è tornata al proprio posto, sul Colle di Cava, accanto al Monumento Ossario dove riposano i Martiri di Sant'Anna.

-

 

E’ stata trasportata questa mattina, giovedì 21 aprile, in volo dall’aeroporto di Massa con un elicottero da carico ICH-47F, un birotore in tandem, con una squadra di nove elementi che hanno condotto le operazioni appartenenti all’ 11° Gruppo Squadroni Ercole del 1° Reggimento AVES Antares di Viterbo: quattro sull’elicottero, due all’aeroporto per le operazioni di carico, tre a Sant’Anna di Stazzema per la collocazione della lapide sul Colle di Cava. Un’operazione spettacolare che ha visto l’impiego di mezzi e uomini dell’Esercito per il trasporto della lapide, in Pietra di Cardoso, che misura 3,45 x 2,30 x 0,20 metri dal peso complessivo di 5 tonnellate. Presente anche la Polizia di Stato che ha coordinato l’aspetto della sicurezza. La lapide è stata offerta dall’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia e si è potuto procedere alla ricollocazione con il contributo di tanti cittadini e istituzioni che hanno raccolto fondi per la rinascita del Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema. Il blocco di Pietra di Cardoso è stato donato dalla ditta Da.Vi. di Stazzema; il taglio e lavorazione sono stati effettuati dalla Campolonghi; l’ing. Rossano Forassiepi ha coordinato le operazioni. La tempesta di vento del 5 marzo 2015 distrusse quella posizionata una quarantina di anni fa, schiantandola al suolo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento