Viareggio, commerciante minaccia e “innaffia” il clochard delle bolle di sapone

VIAREGGIO - Un video girato in Passeggiata a Viareggio sta facendo il giro del web in tutta Italia. Si tratta di un commerciante che infastidito dalla presenza di un "artista di strada" davanti al suo negozio, prima lo minaccia e poi lo "innaffia" con una sistola. Stamattina il titolare del negozio ha chiesto scusa in Comune (foto).

- 1

bergamini

La scena di ieri è stata filmata da un cittadino che ha messo il video su Facebook. In pochi minuti è stato condiviso da molti ed ha generato solidarietà nei confronti dell’anziano. A questo punto c’è chi vorrebbe promuovere una iniziativa di andare tutti in Passeggiata con bolle di sapone per solidarietà a Boris, questo il nome dell’uomo, che cerca di vivere facendo divertire i bambini con le bolle di sapone.

Della vicenda si è parlato anche in consiglio comunale. “Il consiglio – si legge in una nota – nell’esprimere sdegno per il gesto avvenuto ieri ai danni di Boris Egorov, “l’uomo delle bolle”, annuncia la propria partecipazione alla manifestazione spontanea in sostegno dell’artista di strada, in programma per domenica 24 aprile alle 16.

«Riceverò Boris ma anche i due commercianti che hanno fatto questo gesto – ha detto il sindaco Giorgio Del Ghingaro -: sono convinto che le scuse a Boris, che è stato pubblicamente umiliato e offeso, debbano essere pubbliche. Io stesso mi faccio portavoce delle scuse da parte di tutta la città. Viareggio non è quella che appare nel video che gira in queste ore sui social, deve essere chiaro a tutti. Viareggio è accogliente e vuole continuare ad accogliere, naturalmente nel rispetto della legge».

Successivamente, in mattinata il titolare del negozio davanti al quale è avvenuto il fatto si è presentato in Comune. «Abbiamo sbagliato, siamo intenzionati a chiedere scusa e a chiudere questa vicenda davvero brutta» queste le parole di Oreste Bergamini, titolare del negozio davanti al quale ieri Boris Egorov stava esibendosi nella creazione delle sue bolle di sapone.

Bergamini è stato ricevuto questa mattina dal sindaco Giorgio Del Ghingaro che in Consiglio comunale aveva annunciato l’intenzione di incontrare sia lui che Egorov. «La situazione è scappata di mano e sono volte parole forti – continua -. Siamo sicuramente pronti a rinnovare le nostre scuse private a Boris e pubbliche alla città per le immagini che stanno circolando sui social e sui giornali. Questi non siamo noi, questa non è Viareggio».

Commenti

1

  1. roberto della santina


    Quando i buoi sono scappati è inutile chiudere la stalla.
    Doveva pensarci e contare fino a dieci, prima di fare “l’imbecillata” che ha proiettato lui e la città di Viareggio che in fatto d’immagine è alla “canna del gas”.

Lascia un commento