Capannori lancia il network europeo dei Comuni “Rifiuti zero”

CAPANNORI - Si va verso un ulteriore impulso della strategia rifiuti zero, che dovrà necessariamente avere un respiro sempre più europeo. Questo quanto sta emergendo dalla tre giorni sulle buone pratiche ambientali in svolgimento a Capannori.

-

Si va verso un ulteriore impulso della strategia rifiuti zero, che dovrà necessariamente avere un respiro sempre più europeo. Questo quanto sta emergendo dalla tre giorni sulle buone pratiche ambientali in svolgimento a Capannori e promossa dall’associazione Zero Waste Europe, presieduta dal capannorese Rossano Ercolini.

All’appuntamento partecipano esperti provenienti da tutta Europa, per fare il punto su un tema decisivo per il futuro di tutto il mondo.

Nel corso dell’incontro il sindaco di Capannori Menesini ha lanciato l’idea di creare un network europeo dei Comuni che portano avanti la strategia Rifiuti Zero, perché le loro buone pratiche in campo ambientale possano essere sottoposte con maggiore autorevolezza  all’attenzione della Commissione europea.

Per quanto riguarda l’Italia si è parlato della nuova legge attualmente in discussione in parlamento, che dovrebbe incentivare le aziende, in particolare quelle di imballaggi, a realizzare prodotti che possano essere più facilmente gestiti in maniera differenziata.

A margine degli incontri si è tenuta anche una conferenza stampa del movimento che si batte contro l’inceneritore nella Piana di Firenze.

La tre giorni si chiuderà domani con la premiazione delle imprese italiane che aderiscono all’iniziativa “Rifiuti zero”.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento