Giovanni Terrani vince il nono Gazzettino d’Argento

CALCIO LEGA PRO - Si è svolta al caffè Pult di via Fillungo la cerimonia di consegna del Gazzettino d'Argento, premio ideato dal sito on line Gazzetta Lucchese. L'ha spuntata il giovane attaccante della Lucchese Giovanni Terrani che ha preceduto d'un soffio Jacopo Fanucchi. Al terzo posto l'esperto mediano Nicola Mingazzini, vincitore lo scorso anno.

-

 

Giovanni Terrani è il vincitore del Gazzettino d’Argento 2016. Il giovane attaccante della Lucchese, uno dei migliori interpreti della pur tribolata stagione rossonera, ha vinto con merito il premio ideato e voluto da l sito on line Gazzetta Lucchese del dimanico direttore Fabrizio Vincenti che ha fatto da padrone di casa sotto il loggiato del Caffè Pult di via Fillungo. Terrani, scuola-Inter, esterno ma nel caso di fabbisogno anche trequartista, è legato alla Lucchese ancora da un anno di contratto e a meno di clamorose offerte sarà uno dei perni su cui Galderisi costruirà la nuova squadra. Nell’albo d’oro dela manifestazione si aggiunge a nomi prestigiosi quali Masini (2007-08), Pera (2008-09), Biggi (2009-10), Marotta (2010-11), Tosto (2011-12), Casapieri (2012-13), Tarantino (2013-14), Mingazzini (2014-15). Il Gazzettino d’Argento è per lui un grande motivo d’orgoglio.

Detto che non era presente per cause di forza maggiore Nicola Mingazzini, terzo classificato e vincitore lo scorso anno, al secondo posto si è piazzato Jacopo Fanucchi. Il 34enne attaccante rossonero ha fatto molto discutere ed è al centro di una diatriba infinita e di un rapporto difficile e mai del tutto chiarito coi tifosi della Lucchese. In attesa di conoscere il proprio futuro Fanucchi, andato per la prima volta in doppia cifra, palesa la sua relativa soddisfazione.

Da aggiungere che riconoscimenti sono andati anche al dottor Adolfo Tambellini, storico medico sociale della Lucchese da oltre 30 anni: a premiarlo il giornalista Luciano Nottoli de La Nazione e una targa che abbiamo avuto il piacere di consegnar perosnalmente con tanto di motivazione è andata a Graziano Puccioni accompagnatore del settore giovanile da oltre 15 anni.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento