A Lucca il profugo che dice ai compatrioti: “Non venite in Europa”

LUCCA - Sarà proiettato in anteprima nazionale a Lucca il docufilm "Redemption song", che racconta l'odissea di un profugo senegalese sbarcato in Italia e successivamente rientrato in patria per convincere i compatrioti a rimanere in Africa.

-

L’appuntamento è per giovedì 5 maggio alle 21 all’Auditorium della Fondazione Banca del Monte e saranno presenti la regista Cristina Mantis e il protagonista, Aboubacar Cissoko.

L’iniziativa, promossa dal Forum per la Cooperazione Internazionale, è stata presentata a Buongiorno con Noi da Claudia Del Rosso e Massimo Rovai.

Cissoko ha filmato con una videocamera il drammatico viaggio in barca verso le coste italiane ma anche la situazione di crisi in cui versano l’Italia e l’intero occidente, dove spesso le condizioni degli immigrati sono vicine alla schiavitù. E’ quindi rientrato in patria per raccontare la sua esperienza attraverso le immagini e per convincere i connazionali a cessare i conflitti ed a rivendicare i propri diritti in patria, in particolare quelli nei confronti dello sfruttamento delle multinazionali estere.

L’intento degli autori è infatti quello di intercettare le persone nei luoghi che vogliono abbandonare per dire loro invece di restare per contribuire al miglioramento delle condizioni in Africa. Il film, che ha vinto il premio Rai Cinema, è già stato presentato in Senegal.

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento