Raddoppio ferroviario, al via i lavori

SERRAVALLE PISTOIESE - Partiti ufficialmente i lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Lucca - Pistoia. Il primo lotto prevede la realizzazione del doppio binario tra Pistoia e Montecatini, con una nuova galleria sotto Serravalle. Il secondo lotto invece sarà Montecatini - Lucca. Termine previsto per la fine del 2019

- 1

Via ufficiale al cantiere del primo lotto del raddoppio della linea ferroviaria Pistoia – Lucca. Il simbolico colpo di benna è stato dato nell’area di cantiere in località Stazione Masotti a Serravalle Pistoiese. Un intervento atteso da anni, finanziato con un investimento di 450 milioni di euro di cui 235 a carico della Regione Toscana e i restanti 215 a rete Ferroviaria Italiana. alla cerimonia inaugurale erano presenti gran parte dei sindaci dei comuni interessati dalla linea ferroviaria nelle province di Lucca e Pistoia, oltre al presidente della regione Rossi, l’assessore ai trasporti Ceccarelli e l’amministratore delegato di RFI Maurizio Gentile. L’ultimazione dei lavori è prevista per la fine del 2019 con l’ultimazione anche del secondo lotto da Montecatini a Lucca. Questo primo lotto di lavori prevede la realizzazione di una nuova galleria per l’attraversamento di Serravalle, dopodichè il’intervento procederà realizzando il binario in affiancamento alla linea esistente. In totale lungo tutta la linea verranno eliminati 26 passaggi a livello. A margine della cerimonia la protesta dei residenti di Pieve a Nievole, che contestano il progetto del sottopasso che andrà a sostituire i 2 passaggi a livello presenti nella frazione.

Commenti

1


  1. termine previsto 2019 ,,, spero che non si parlino di anni Plutoniani , quando un anno di Plutone sono circa 248 anni terrestri ,,, Sinceramente per un sottopasso servono 2 anni , che in 30 mesi si arrivi a avere un raddoppio credo sia pura fantasia… Ci saranno dopo i primi colpi di ruspa , i nascenti comitati verdi , paesani , di rispetto alla fauna inesistente,,,, ma cosa succederà a Lucca– S. Filippo dove il secondo binario quasi quasi entra nella cucina di recenti condomini costruiti proprio a ridosso ,,,, poi nella zona di San Salvatore a Montecarlo , la zona di Luciani a Altopascio dove la ferrovia corre su un vecchio ponte ,,,, ma …… l’ importante è chi ci deve credere ci creda,,, poi tanto a dare la colpa di ritardi è sempre pronta una scusa politica…. Poi che impatto avrà sulla viabilità,,, Ma che succederà al FATITICO passaggio a Livello di Altopascio , quando lo dovranno chiudere,,,,, andiamo in garfagnana a cercare il Linchetto, è più realistico incontrare il folletto che credere in questo progetto..

Lascia un commento