Il Tar dice no alla chiusura degli uffici postali di Capannori

CAPANNORI - Il Comune ha vinto il ricorso al Tar contro il piano di ridimensionamento presentato da Poste Italiane comunicato all'ente nel febbraio 2015 che prevedeva la chiusura di 5 uffici postali, poi divenuti 4 perché Pieve di Compito è stato nel frattempo salvato, e la riduzione dell’orario di apertura di un altro sportello.

- 1

poste

Dopo il provvedimento di sospensiva emesso nel settembre 2015 adesso il Tar, con la sentenza depositata ieri (30 maggio), annulla i provvedimenti di razionalizzazione di Poste Italiane degli uffici ubicati sul territorio del comune di Capannori.

Restano così aperti gli uffici postali di San Ginese, San Colombano, Vorno e Lappato, mentre lo sportello di Matraia proseguirà la sua attività senza riduzione di orario.

Commenti

1


  1. la cosa assurda che quando si inizia un processo di “privatizzazione” chi diciamo acquista l’ azienda o ne diventa socio quasi di maggioranza , per tenersi buono il popolo , le associazioni di categoria e altro , promette che niente cambierà , poi dopo un po di tempo , per colpa della crisi , o altre tante scuse , si inizia un processo di inversione delle promesse mantenute,, promesse credo che se non fossero state date a suo tempo , forse l’ AFFARE non sarebbe stato fatto,,,,è facile sempre poi far pagare il conto ai cittadini , dopo tutto quelli meno ” importanti ” quelli che non hanno possibilità di lottare….. Anni e anni fa liberalizzato il costo della benzina, promesso che il prezzo cala…. aumenta e basta ,,, le assicurazioni RCA per auto , liberalizzate almeno con la concorrenza i prezzi calo ,,,, si ma c’è chi viaggia con una polizza che forse non lo copre mai,,,, ma smettiamo di farci prendere tutti per i fondelli,,, ogni sera ti chiamano per offrirti l’ energia elettrica a basso prezzo,,, fai un contratto per un cellulare “”” è per sempre “”” ,, si dopo un anno sei costretto a cambiare compagnia perché il costo del è per sempre … è più del doppio,,,,

Lascia un commento