Viareggio congeda Pierini; Ghiviborgo, idea-Pagliuca

CALCIO D - A pochi giorni dalla conclusione della stagione agonistica Viareggio e Ghiviborgo sono senza allenatore. La società bianconera si è appena separata da Pierini e quella biancorossoazzurra da Fanani. Il Viareggio sfoglia la margherita per il nuovo tecnico mentre il Ghiviborgo ha la stuzzicante voglia di affidarsi all'ex-Lucchese Guido Pagliuca.

-

 

Panchine vacanti in serie D almeno per quanto riguarda Viareggio e Ghiviborgo. E’ infatti di poche ore fa la notizia del divorzio calcistico consensuale tra la società bianconera e Alessandro Pierini. Evidentemente una stagione sofferta, e nettamente al di sotto delle aspettative, non ha convinto i dirigenti viareggini nell’offrire un’altra chance al giovane allenatore. Ora toccherà al DS Sergio Carnesalini sfogliare la margherita e decidere sul futuro tecnico che dovrà rilanciare le zebre in zone più consone, confortanti e più ambiziose della classifica. Vitaliano Bonuccelli, il popolare Condor impegnato però col Gavorrano nei playoff, Marco Masi e Giacomo Lazzini i nomi più gettonati. Amarsi e dirsi addio dopo due stagioni ricchissime di soddisfazioni anche tra il Ghiviborgo e Pacifico Fanani. Una promozione agli spareggi e un inaspettato playoff in serie D ove la squadra biancorossoazzurra era partita con ben altri obiettivi che erano poi una salvezza magari anche sofferta. Sotto la mano sapiente del Pacio il Ghiviborgo si è esaltato e tra fine gennaio e febbraio ha dato l’impressione di poter fare addirittura qualcosa di sensazionale. Ma il campionato è stato fantastico. Ora Fanani ha scelto nuove strade e la società si guarda intorno. La sfida è perlomeno intrigante e la voglia di confermarsi ad alti livelli è elevatissima. Ecco perchè si sta pensando ad uno che che in serie D ha fatto grandi cose,. Il suo nome è Guido Pagliuca che ben conoscono gli sportivi della Lucchese. Due anni fa il tecnico di Cecina riportò i rossoneri tra i professionisti nella storica giornata di Correggio, prima dell’esonero nel novembre del 2014 e l’approdo all’Imolese dove ha fatto buonissime cose. Il contatto c’è stato e quindi vedremo magari fra pochi giorni se la trattativa andrà effettivamente in porto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento