E’ un grande Andrea Lanfri anche agli Europei; bronzo nella 4×100

ATLETICA - Eccellente momento per la Virtus CR Lucca. Ai campionati europei paraolimpici Andrea Lanfri confermadi esserre ormai un atleta di rspiro internazionale. Ma non solo. Ai campionati italiani universitari medaglie di bronzo di Antony Possidente nel getto del peso e di Michele Speri nel salto in alto.

-

 

Grande Andrea Lanfri in maglia azzurra ai campionati europei paralinpici di Grosseto. Una serie di prestazioni tecniche eccezionali per l’atleta virtussino che, nelle gare Fispes corre per il GS Sempione 82. Si trattava della sua prima vera esperienza internazionale, ad appena sei mesi dal suo approccio all’atletica dopo la grave malattia che lo ha colpito nel gennaio 2015. Esordio sui metri 200 con subito una prestazione eccezionale: 7° in Europa, record personale e record italiano con 25”05. Ma Lanfri va in finale anche sui 100 con il tempo di 12”54 dove conquista l’8° posto con 12”65 ma soprattutto è molto vicino ai grandi campioni che salgono sul podio. Infine la staffetta 4×100, l’appuntamento su cui tutta la nazionale italiana puntava con l’obiettivo di conquistare un tempo tale da rientrare nel ranking delle primo otto staffette al mondo che avrebbe permesso la partecipazione diretta alle Olimpiadi di Rio. Il risultato è stato eccezionale: La staffetta azzurra composta da Roberto La Barbera, SadfiI Ismail, Emanuele Di Marino con Andrea Lanfri in ultima frazione, ha conquistato la medaglia di bronzo con una prestazione tecnica mostruosa di 46”23 che straccia il precedente record italiano di 50”30 e colloca la squadra azzurra sul podio. Purtroppo, e questo è l’unica nota stonata, il tempo ottenuto colloca la squadra azzurra al nono posto nell’attuale ranking mondiale e quindi prima delle escluse dai Giochi Paralimpici. Altre soddisfazioni per la Virtus CR Lucca arrivano dai campionati italiani universitari. Antony Possidente è medaglia di bronzo nel getto del peso con la misura di 14,48 metri. Terzo posto anche per Michele Speri nel salto in alto dove l’atleta biancoceleste sale alla quota di 2,08. Prosegue dunque il momento magico della società del presidiente Adriano Montinari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento