Opere d’arte rubate a Capannori recuperate dai carabinieri

LUCCA - I carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze hanno recuperato 10 opera d'arte (dal valore complessivo di oltre 50.000 euro) che lo scorso 1 gennaio erano state rubate dall'abitazione di un imprenditore a Lunata (Capannori).

-

 

Erano finite in buona parte sui banchetti di un mercatino dell’antiquariato di Gonzaga, in provincia di Milano, ma grazie alla” Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti” e all’attività del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri sono state tutte recuperate. Ecco le dieci opere d’arte che lo scorso 1 gennaio erano state rubate dall’abitazione di un imprenditore a Lunata, nel Comune di Capannori. Subito dopo il furto, il reparto specializzato dei carabinieri si era messo sulle tracce delle opere – alcuni olio su tela, ma anche statue in legno, un tabernacolo e un reliquario – dal valore complessivo di 50.000 euro. Le indagini avevano portato i militari nella provincia di Milano; qui un  antiquario di 47 anni residente in provincia di Lucca aveva provato a venderne tre, ma era stato fermato dai carabinieri che le avevano individuate grazie alla banca dati delle opere rubate.

Successivamente i carabinieri avevano pedinato l’antiquario, fino a sorprenderlo con le altre sette opere rubate a Lunata, conservate in tre depositi diversi. L’uomo è stato denunciato per ricettazione, mentre i carabinieri stanno ancora cercando gli esecutori materiali del furto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento