Il settebello del Gesam Le Mura, ma non è finita qui

BASKET A1 DONNE - La conferma delle magnifiche cinque, ma anche l'ampliamento del roster con alternative all'altezza o quasi delle titolari. Un pò alla volta il Basket Le Mura Lucca sta definendo l'organico della prossima stagione. La squadra di coach Diamanti riparte dal rango di vice-campione d'Italia.

-

 

Le basi ci sono e che basi. Ripartire dalla conferma di Crippa, Dotto, Wojta, Harmon e Pedersen, ha significato porre le fondamenta della prossima stagione dove il Gesam Le Mura ripartirà dal rango non indifferente di squadra vice-campione d’Italia. Chiaro che dopo aver blindato lo starting-five, la società biancorossa si è mossa subito con l’obiettivo altrettanto fondamentale di allargare il roster, inteso come la possibilità di avere almeno 3-4 elementi in grado di dare fiato alle altre e giocare minuti pesanti nell’ambito di ogni singola partita. Sarà anche casuale, anzi non lo è affatto, ma nella finale-scudetto dovendo giocare ogni 2-3 giorni la differenza nella profondità del roster tra Lucca e Schio si è fatta sentire. In tal senso i dirigenti lucchesi si sono mossi ingaggiando l’ala-pivot Ngo Ndjock, camerunense di 31 anni proveniente dal Passalacqua Ragusa. Ma la società biancorossa pare vicina anche alla play Valeria Battisodo proprio dal Famila Schio campione d’Italia. La 28enne ex-azzurra costituirà la natuirale alternativa a Francesca Dotto ma potrebbe giocare assieme anche alla fortissima France. Infine è sempre più probabile anche l’arrivo di Federica Tognalini dal Vigarano, in questo caso alter ego di Crippa e Harmon. Di sicuro, giunto all’undicesima stagione consecutiva a Lucca, coach Diamanti vorrà il roster al completo già dal 20 agosto e dintorni quando la squadra si ritroverà al Palatagliate per iniziare la nuova avventura.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento