Scatta il divieto di accensione fuochi

PROVINCIA DI LUCCA - Dal 1° luglio e fino al 31 agosto e' entrato in vigore in tutta la Toscana il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali.

-

 

È vietata inoltre qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati nelle aree delle abitazioni e all’interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno comunque osservate le prescrizioni del regolamento forestale. La mancata osservanza del divieto comporterà l’applicazione delle sanzioni previste. Chiunque avvistasse o si trovasse nei pressi di focolai di incendio è pregato di segnalarli al Numero verde 800.425.425 della Sala operativa regionale antincendi boschivi. Già dalla scorsa estate – con l’entrata in vigore delle modifiche al regolamento forestale adeguato alla normativa nazionale – sono state eliminate le deroghe che prevedevano la possibilità di accendere fuochi in determinate fasce orarie o a certe distanze dal bosco mentre sussiste quella che prevede l’autorizzazione per attività di campeggio anche temporaneo e fuochi anche pirotecnici, tramite autorizzazioni degli enti competenti per scongiurare qualsiasi rischio di innesco di incendio. In base all’indice di pericolosità registrato a fine agosto la Regione potrà inoltre prolungare il periodo di divieto assoluto, anche per singolo territorio comunale. A Lucca intanto e’ da oggi aperto il COP ( Centro Operativo Provinciale Antincendi Boschivi). Si tratta di una sala operativa Antincendio Boschivo aperta a Palazzo Ducale tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00

Lascia per primo un commento

Lascia un commento