Albanese e rumena arrestati per sfruttamento prostituzione

LUCCA - I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Lucca hanno notificato, a Torino e a Prato, due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale del Riesame di Torino nei confronti di un albanese e di una rumena, responsabili dei reati di “tratta di persone”, “sfruttamento della prostituzione e prostituzione minorile”.

-

metuschi

Si tratta di Besnik Metushi, 28 enne albanese, attualmente detenuto presso il carcere di Prato in quanto uno degli autori, insieme a Marini Lorenc e Marini Florind (recentemente estradato in Italia) dell’omicidio di Ugo Canozzi, l’ex poliziotto di Castagnola di Minucciano, ucciso nel corso di una rapina il 15 gennaio 2013,  e Corina Elena Vasilas, 35 anni di origine rumena, domiciliata a Torino. Nel corso delle indagini sono stati accertati anche i cospicui introiti realizzati dai fratelli albanesi e dalla Vasilas: in pratica, ogni ragazza incassava in media 400 euro al giorno per un totale di 8000-10.000 euro al mese,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento